18 Maggio 2024

Calcio Serie D F 15^ giornata – Il Campobasso porta a casa i tre punti. Il Vastogirardi frana in casa con il Senigallia. Termoli e Matese si spartiscono la posta in palio.

2 min read

Rispettate le previsioni della vigilia, anche se il risultato poteva essere più ampio. Ma va bene così. Il Campobasso si guadagna altri tre punti, ma deve fare in fretta a ampliare la rosa, manca l’attaccante e un altro centrocampista. Il Notaresco era stato dipinto come il mostro da superare, poca cosa rispetto alle squadre che possono ambire allo scudetto. Il gol rossoblu è stato siglato da Pacillo che ha saputo inserirsi al meglio sul secondo palo. La partita poteva essere indirizzata diversamente se Maldonado non avesse buttato la palla sul palo su tiro libero dagli undici metri, ma solo chi non gioca non commette errori. Giriamo pagina e iniziamo a pensare al prossimo avversario che si chiama Chieti, sta dietro del Campobasso di tre punti, ma non mi fido.

Il Vastogirardi non si è saputo ripetere con la Vigor Senigallia, sconfitta amara quanto il punteggio 0 – 3. La classifica non è pericolante, ma altrettante corta che una sconfitta ti fa precipitare in fondo e una vittoria ti riporta a galla. Ma il Vastogirardi ha dalla sua la mentalità di squadra che deve salvarsi, mentalità da lottatore e saprà farsi valere nella trasferta di Tivoli.

Termoli e Matese si accontentano del punto. Fa comodo alla squadra di Urbano e quella di Carnevale. I giallorossi ci tenevano a cogliere i tre punti, per tagliare il traguardo salvezza, in casa non ti puoi permettere di pareggiare con il Matese, con tutto il rispetto per la squadra di Urbano. Esposito ci provato più volte a sorprendere il portiere Shiba, ma quest’ultimo ha risposto sempre presente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso