Pettrone e Panico decidono il match con il Sesto Campano nella prima parte.

Condividi

I biancocelesti archiviano la pratica nella prima frazione e continuano la risalita in classifica. Sullo scadere la squadra di Cecchino accorcia le distanze con Di Baia dal dischetto

  CITTA’ DI ISERNIA S.LEUCIO –  SESTO CAMPANO 2 – 1 (primo tempo 2-0)

 CITTA’ DI ISERNIA S.LEUCIO:Amoroso, Di Giulio, Savarise (46’ D’Ovidio),Di Lullo, Vallefuoco, Di Lonardo,  Mingione, Zullo(46’ Barile), Coia (68’ Vitale), Panico, Pettrone (81’ Lombardi). All.De Bellis

SESTO CAMPANO: Gazerro F., Aceti (89’ De Lucia), Rossi, Conte (65’ Samsam O.), Scasserra, Papa (78’ Cambio), Sisti, Di Baia, Gazerro G. (89’ De Vito),Samsam Abd. (75’ Pellegrino), Di Gregorio. All.Cecchino

ARBITRO: Saccà di Messina (De Santis-Bibbò)

RETI: 29’  Pettrone e 40’ Panico (CDISL); 92’(rig.) Di Baia (SC)

NOTE: Ammoniti Vallefuoco e Mingione (CDISL); Cecchino (dalla panchina), Papa e Aceti (SC). Al 92’ espulso nel Città di Isernia Di Lullo per gioco scorretto.

 ISERNIA. L’Isernia vince e convince. Contro il Sesto Campano agguanta la quarta vittoria consecutiva e continua la risalita in classifica piazzandosi al quarto posto. La compagine biancoceleste sembra aver finalmente trovato la quadra. Del resto può contare sul binomio vincente De Bellis-Panico. Il primo uno stratega in panchina, conosce bene gli avversari e  sa quali carte giocarsi a partita in corso. Il secondo che segna senza soluzione di continuità. Del resto già nella stagione 2014/15  entrambi conquistarono la serie D con largo anticipo,nel mese di marzo, senza subire sconfitte. Ma quest’anno il torneo è più competitivo e nelle zone alte della classifica veleggiano, oltre al Termoli,  squadre come Campodipietra e Olympia Agnonese che fino alla fine daranno da filo da torcere a tutti. Quindi vietato abbassare la guardia.

Nella prima frazione i biancocelesti faticano a sbloccare il match e a contenere le folate offensive dei sestolesi, ma negli ultimi dieci minuti riescono a indirizzarlo sui binari giusti grazie alle reti di Pettrone e Panico.

L’ Isernia prova a schiacciare gli avversari nella propria metà campo. Ma è il Sesto Campano a tentare un paio di sortite offensive. Di Gregorio  impensierisce Amoroso con una conclusione che si spegne sul fondo. Poi sono ancora i biancorossi a impegnare l’estremo difensore biancoceleste con Gianmarco Gazerro. Al 22’ la punizione di Coia viene bloccata dal numero uno biancorosso. Un giro di lancette più tardi ghiotta occasione per il Sesto Campano con Gianmarco Gazerro che servito da Di Gregorio s’invola verso la porta, ma viene anticipato da Amoroso. L’Isernia prova a rispondere con Panico il cui tiro viene neutralizzato da Francesco Gazerro. Al 29’ sugli sviluppi di un corner battuto da Coia,  Pettrone si fa trovare pronto sul secondo palo e di tacco insacca nell’angolino. Si sollevano le vibranti proteste della panchina per un presunto fallo commesso in area. Poi sono ancora i biancocelesti a cercare il raddoppio con Pettrone e Panico. E’ proprio quest’ultimo a mettere a segno al 40’ il suo diciannovesimo centro stagionale.

Nella ripresa ci prova Sisti in acrobazia, ma Amoroso alza la sfera sopra la traversa. Sullo scadere Di Lullo atterra in area Pellegrino. Il direttore di gara indica il dischetto e costringe il giocatore ad anticipare la doccia. Dagli undici metri Di Baia fulmina Amoroso per il 2-1 finale.

Nel prossimo turno, l’Isernia sarà impegnata in trasferta contro il Castel di Sangro, mentre la squadra di Cecchino ospiterà il Gambatesa.

Giu.Cri.

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.

error: Il contenuto è originale e coperto da copyright.