Direttore responsabile: Alfonso Sticca

La squadra di Farina è apparsa piuttosto spenta e poco brillante, ma è da rimarcare la grande prova del Tolentino.

3 min read
Condividi

Reduce da una settimana notevolmente complicata dall’influenza il Vastogirardi spreca il rigore del possibile vantaggio con Kyeremateng e cade poi sotto i colpi di Padovani (doppietta) e Minnozzi. La squadra di Farina è apparsa piuttosto spenta e poco brillante, ma è da rimarcare la grande prova del Tolentino che ha comandato per ampi tratti la gara e ha colpito anche un palo.

 

Un Vastogirardi incerottato e debilitato dall’influenza fatica contro un Tolentino apparso al contrario in grande spolvero e inciampa tra le mura – quasi – amiche del Civitelle.

Gli uomini di Farina hanno pagato dazio all’influenza che in settimana ha colpito diversi di loro (niente roba cinese, fortunatamente…) perdendo brillantezza e dinamismo, la ghiotta opportunità sprecata poi da Kyeremateng che spedisce sulla traversa un rigore che egli stesso si era procurato ha probabilmente indirizzato in maniera definitiva le sorti del match.

Non traggano in inganno, però, tali premesse, perché nel computo va assolutamente sottolineata la bella prova dei marchigiani, tonici, brillanti e capaci di interessanti trame di gioco, il loro successo, insomma, è scaturito principalmente da meriti propri e non debolezze altrui. Eppure, come detto, la chance per il possibile 1-0 l’avevano avuta i padroni di casa, che al 24’ hanno beneficiato di un calcio di rigore concesso per un fallo su Kyeremateng che rari dubbi e proteste aveva generato. Sul dischetto è andato lo stesso bomber di colore la cui conclusione è però finita sulla traversa per poi ricadere in campo, graziando così il portiere Bucosse.

Scampato il pericolo il Tolentino ha prima sfiorato il vantaggio al 33’ colpendo a sua volta la base di un legno della porta molisana a Caparro battuto, quindi lo ha trovato ad inizio ripresa (51’) con il primo dei due gol di Padovani, che in scivolata ha depositato in rete dal centro dell’area piccola un pallone proveniente da destra.

Non paghi, i marchigiani hanno insistito e anche raddoppiato con Minnozzi (67’), per un gol che sembrava aver messo in ghiaccio il risultato. Sembrava appunto, perché 6 minuti dopo Pesce ha incornato nel miglior modo possibile un corner di Di Lullo dimezzando lo svantaggio e riaccendendo le speranze gialloblù. Ma si è trattato si un sussulto piuttosto effimero.

Gli ospiti, infatti, dopo aver impegnato (77’) severamente Caparro che ha sfoderato una parata che ha ricordato quella celebre di Buffon a Zidane nella finale dell’indimenticabile Mondiale del 2006 (colpo di testa forte e centrale di Ruci da calcio d’angolo alzato sopra la traversa dal numero uno di Farina), hanno archiviato la pratica ad un giro di lancette dal novantesimo ancora con Padovani, autore pertanto di una doppietta.

Rallenta dunque la marcia del Vastogirardi, che rimane comunque in zone più che tranquille della classifica e guarda alla trasferta di Porto Sant’Elpidio nel prossimo turno per la ripartenza

VASTOGIRARDI – TOLENTINO 1-3

VASTOGIRARDI: Caparro, Gugliellmi (46’ Nespoli), Gargiulo (46’ Lepore), Di Lullo, Ruggieri, Mikaylowski (60’ De Vizia), Bruni (46’ Pettrone), Pesce, Kyeremateng, Mino, Fatone (78’ Coia)  – ALL. Farina

TOLENTINO: Bucosse, Viola, Ruggieri (90 + 3’ Marcantoni), Bonacchi, Olivieri (80’ Severoni),  Strano, Laborie (83’ Mastromonaco), Ruci, Padovani (90’ + 1 Tirabassi), Minnozzi (84’ Di Domenicantonio), Pagliari.  – ALL. Mosconi.

ARBITRO: Menozzi di Treviso, assistenti Denisov di Bari e Conte di Taranto.

MARCATORI:  51’ Padovani, 67’ Minnozzi, 73’ Pesce, 89’ Padovani.

 


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P