Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Ghirelli: “La possibile maxriforma della Lega Pro da più parte paventata è una ‘Fake news’

2 min read
Condividi

Nel prossimo Consiglio Federale si deciderà il futuro del calcio italiano, e si prevede una riunione piuttosto accesa, considerato che sul piatto ci sono importanti decisioni da prendere, dalla paventata riforma  dei campionati al sostentamento del calcio di base. La riforma che da più parte è stata paventata è una “Fake news”. A definirla in questo modo è il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, che risponde a tale indiscrezioni nell’intervista rilasciata all’Agenzia Italpress. La possibile maxi-riforma dei campionati avrebbe comportato la creazione di una B a doppio girone, la sostanziale abolizione della Lega Pro e rendere dilettantistica la terza serie (che verrebbe organizzata – secondo tale ipotesi – dalla LND).

Francesco Ghirelli tira dritto: “Girano fake news da un po’ di ore su una presunta riforma della Serie C: si dice B1 e B2 e poi dilettantismo. Essendo una persona per bene, rispondo in modo civile. Nessuna idea più fantasiosa poteva essere partorita. Non esiste semplicemente. Senza il volere e la decisione dei sessanta presidenti di Serie C non si va da nessuna parte. La Serie C non si fa invadere da predatori dell’Arca Perduta – continua Ghirelli – spalleggiati da qualche “cavallo di Troia” infiltrato tra di noi e disperato per il fallimento del suo progetto economico-finanziario che si gioca tutto puntando come al gioco della roulette su un solo numero. Troppo scoperto il gioco – conclude il presidente della Lega Pro – per mostrare subito la sua caducità totale, noi faremo le riforme in accordo con il presidente federale Gabriele Gravina, mostrando il meglio di chi ragiona a sistema”.

Intanto le ultime notizie che arrivano dal Governo per lo sport di base sono confortanti e di conseguenza per il calcio dilettantistico. E’ lo stesso presidente della LND a commentare lo status attuale: “Il dialogo costante con tutte le istituzioni coinvolte nella ricerca di soluzioni per il nostro movimento, sta pagando. Non ci sono ancora riscontri concreti, ma vi è di sicuro un’ulteriore conferma che le nostre istanze sono state recepite dal Governo per consentire l’attuazione di provvedimenti straordinari in favore dello sport di base, e quindi anche del calcio dilettantistico. Un confronto al quale abbiamo sempre partecipato con grande civiltà, coerenza e con un fattivo contributo di idee”. Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, ha annunciato che nel prossimo decreto governativo ci saranno delle risorse a fondo perduto a disposizione delle società dilettantistiche. Le prime indiscrezioni sull’esito dell’Assemblea  delle società di Lega Pro fanno andare su tutte le furie De Laurentiis, che vede il suo ‘figlioccio’ Bari non favorito per la promozione in serie B, dovrebbero essere promosse le prime squadre di ogni girone e ciò è Monza, Vicenza e Reggina, e Carpi come quarta classificata


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P