Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Il Format del calcio italiano potrebbe essere rivoluzionato. Il Campobasso ne potrebbe approfittare

2 min read
Condividi

 

 

 

 

 

 

 

 

Rivoluzione Nel Calcio. Cominciano a trapelare le indiscrezioni sugli argomenti che saranno analizzate nel prossimo Consiglio Federale di venerdì prossimo, l’argomento più gettonato sarà il completamento del campionato di Serie A. Ma non sarà meno importante il cambiamento del Format del calcio italiano. Addio Lega Pro, tornerebbe il campionato semiprofessionistico, si torna all’antico. 

Il braccio di ferro con il Governo è ancora aperto, e considerato che la situazione sta cominciando a precipitare, si inizia a pensare come risolvere i problemi che tormentano il futuro del calcio di casa nostra. La clamorosa notizia del rivoluzionamento del format dei campionati del calcio italiano è stato lanciato da Sportitalia. Una vera e proprio rivoluzione, che in definitiva si potrebbe anche concretizzare considerato che non lascerebbe scontento nessuno e ci sarebbe anche un piano di risanamento economico delle Società. Ma andiamo con ordine. Il primo cambiamento è il format delle Società professionistiche che dalle 100 attuali passerebbero a 60. La Serie A rimarrebbe con l’attuale format a 20 squadre. La Serie B, dovrebbe avere uno stravolgimento sui numeri della composizione, dalle attuali 20 squadre, passerebbe a 40 squadre con due gironi da 20 ciascuno. Farebbero parte di questo nuovo torneo cadetto, le attuali società di B con le retrocesse dalla A e le promosse dalla Serie C, più altre 20 prelevate dal torneo di Lega Pro, in base alla classifica attuale, così potrebbero avvantaggiarsi delle agevolazioni fiscali e sanare lo squilibrio del bilancio, mutualità che arriverebbero dall’attuale Serie B e dalla Serie C. Non ci sarebbe più la Lega Pro, ma la Terza Serie sarebbe rappresentata dall’attuale Serie D, con tre gironi da 20, di cui i 40 provenienti dall’attuale Serie C, le promosse dei 9 gironi di D, a completamento le Società per meriti sportivi, tenendo presente anche della classifica attuale. La Serie D si chiamerebbe Campionato Interregionale con 9 gironi da 18 squadre, composte dalle squadre attuali che militano in Serie D e le promosse dall’Eccellenza. L’attuale format potrebbe partire dalla prossima stagione che sembra possa partire da metà settembre.

 


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P