Coppa Italia. Doppio Panico contro l’Agnonese e l’Isernia ipoteca la semifinale.

Condividi

OLYMPIA AGNONESE – CITTÀ DI ISERNIA SAN LEUCIO   1 – 2
OLYMPIA AGNONESE: Maggi, Mancino, Litterio, Dembele, Gentile, Pistillo, Antonelli, Brunetti, Konè(65’ Scorza), Picozzi, Tizzani(65’ Barbieri). Allenatore D’Ambrosio
CITTA’ DI ISERNIA SAN LEUCIO: Amoroso, Di Giulio, Savarise, Di Lullo, Vallefuoco, Sabatino(70’ Di Lonardo), Mingione, D’ovidio, Coia, Panico, Lombardi(75’ Masotta). Allenatore De Bellis
ARBITRO. Valerio De Castro della Sezione di Campobasso
ASSISTENTI. Giuseppe Pio Palumbi e Danila D’Onofrio della Sezione di Termoli
AMMONITI: 56’ Dembele(A) 60’ Sabatino, 78’ Mingione, 82’ Vallefuoco(IS)
RETI: 64’ 94’ Panico(IS), 81’ Gentile(A)
AGNONE. I biancoclesti grazie alla doppietta di bomber Panico espugnano il Civitelle con una prestazione tutta cuore-grinta e che infonde una grande iniezione di fiducia in prospettiva prosieguo campionato.
Mister De Bellis giunge in altomolise potendo contare su due nuovi arrivati last minute dal Fc Matese, Di Lullo e Masotta(saranno presentati alla tifoseria con apposito post domani in giornata) apportando qualche correttivo all’undici che ha sconfitto qualche giorno prima in Campionato la Volturnia, schierando Di Lullo(ex di giornata) Savarise che prende il posto di Barile sull’out di sinistra e Lombardi sostituisce Pettrone, uscito malconcio dalla gara interna di Domenica.
Primi quarantasette minuti(2 di recupero) totale fase di studio tra le due compagini in campo che si equivalgono sia sul piano tecnico che di gioco, dove si registrano solamente delle timide sortite offensive ad opera di Lombardi, Panico, una bordata dai trenta metri di Vallefuoco e un tiro smorzato di Cosa che non impensieriscono minimamente l’ex di giornata Maggi
Nel secondo tempo primo squillo di marca biancoceleste al minuto 58 con D’Ovidio che calibra male il sinistro e la palla termina la sua corsa sul fondo.
Arriva al 64’ il vantaggio biancoceleste ad opera del solito bomber Panico, abile a posizionarsi tra le linee difensive granata e sul filo del fuorigioco, a tu per tu con Maggi lo batte con un preciso gol che vale lo 0-1.
Ferito nell’orgoglio il grifo ha un accenno di reazione che culmina con il gol del pareggio all’81’ quando Gentile, salito per l’occasione dalle retrovie, batte a rete nell’area isernina ed insacca l’incolpevole Amoroso per la rete che ristabilisce la parità e l’esplosione di gioia dei locali.
Le emozioni non sono finite perchè proprio nell’extra time è ancora Panico che si trova al posto giusto al momento giusto e solo davanti a Maggi lo batte per la seconda volta per il gol che fa esplodere i sostenitori Isernini per una vittoria tutto cuore e grinta e che fa ben sperare per la qualificazione alla semifinale della competizione tricolore.
(fonte Città di Isernia)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.

error: Il contenuto è originale e coperto da copyright.