Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Comprensorio Vairano, Sabatino: “Pensiamo di esserci meritati la Serie D”

2 min read
Condividi

“La Serie D? Pensiamo di essercela meritata sul campo. Poi, se sarà possibile riprendere a giocare, daremo tutto fino alla fine”. Fabiano Sabatino – perno assoluto della ermetica difesa del Comprensorio Vairano dei record – non si nasconde. La sospensione a una manciata di giornate dalla fine ha interrotto un percorso memorabile dei ragazzi allenati da Urban, che ora attendono di conoscere decisioni sulle sorti della stagione 2019/2020. Promozione assegnata? E’ancora presto per stabilirlo, ma nella tana della capolista le speranze di salto di categoria aumentano con il passare dei giorni. Un cauto ottimismo accompagna staff e giocatori, sempre alle prese con gli allenamenti isolati.

Sabatino, i punti messi insieme fin qui basteranno ad ottenere la promozione nell’interregionale?

“Abbiamo dimostrato di avere qualcosa in più rispetto alle avversarie, poi ci rimettiamo alle valutazioni che faranno gli organi competenti. In questo momento è importante continuare ad allenarci pensando anche ad una possibile ripresa, che ci vedrebbe fortemente motivati nel portare a termine il discorso, possibilmente da imbattuti. In caso contrario, attenderemo le decisioni: la ser

 

ie D potrebbe arrivare anche senza giocare. Non sta a noi stabilirlo o fare pronostici”.

In un Vairano inarrestabile, spicca il ruolo di una difesa altrettanto da record. Pochissimi gol subiti, quadratura invidiabile di una squadra priva di punti deboli…

“Non possiamo lamentarci e non posso lamentarmi io a livello personale. Sono riuscito a mettere a segno anche nove reti, sei in campionato e tre in coppa. Tutti i miei compagni hanno fatto un lavoro splendido, si difende uniti e si attacca uniti, i numeri testimoniano prima di tutto la forza del gruppo”.

Che campionato hai visto fino al lockdown?

“Torneo avvincente in cui abbiamo avuto una continuità superiore. Ma anche altre formazioni non sono state a guardare: metto Venafro, Tre Pini e Acli Campodipietra su tutti. Quest’ultima in particolare è molto difficile da affrontare, giocano bene e sono organizzati. Forse con u

n pizzico di esperienza in più avrebbero potuto raccogliere anche risultati maggiori, vicini al primato”.

Realisticamente parlando, i tornei minori saranno definitivamente sospesi?

“Come detto è una valutazione molto difficile. Servirebbero almeno venti giorni per gli allenamenti, seguire protocolli più stringenti che forse saranno accolti solo dalla Serie A. Un pronostico? Credo che prevarrà il buon senso, con conseguente chiusura della stagione anticipata. Con il passare dei giorni si respira l’aria della resa, ascolto molti addetti ai lavori che testimoniano un pessimismo crescente”.

Allo stesso tempo vi aspettate la promozione…

“Società, staff, giocatori, tecnici hanno lavorato duramente per questo obiettivo. Eravamo in testa, siamo in testa, con un margine importante. Mi auguro ci venga riconosciuto questo quadro innegabile. Sarebbe un premio per lo sforzo prodotto dal presidente che ha messo insieme un gruppo assolutamente fantastico. Non ci resta che attendere le decisioni definitive”.

L.L.


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P