8 Febbraio 2023

Calcio Eccellenza: Luciano Pignatta il “baby” di 42anni del Real Guglionesi.

3 min read

Pignatta festeggiato

Pignatta mostra la maglia strappata

Se lo osservi quando gioca non gli dai più di 30 anni, per le sue movenze sul campo e il recupero palla fino alla difesa, invece ne ha 42, tanti giovani dovrebbero prendere ad esempio. Luciano Pignatta classe 1980 ruolo attaccante, è stato il vero trascinatore del Real Guglionesi nel match contro il Campobasso 1919, si è procurato il rigore, l’ha realizzato e poi ha cercato in tutti i modi di trascinare i suoi compagni ad un pari che avrebbe avuto il sapore della vittoria. Ma lui è soddisfatto lo stesso: “Abbiamo fatto un ottima gara, ma la differenza c’è con il Campobasso, sia a livello numerico e di qualità, noi abbiamo fatto tutto quello che c’era da fare, ma non era questa la gara da  fare punti a tutti i costi”.

Tanta esperienza alle spalle e con il carattere in campo da vero argentino, ti senti di dare ancora qualcosa al calcio italiano?

“Sono tanti anni che gioco in Italia e più passano gli anni e più mi rendo conto che posso dare ancora tanto, nonostante la mia età, il calcio italiano ha avuto un calo vistoso sia tecnico che agonistico nell’ultimo decennio, l’importante avere il fisico che risponde”.

Hai qualche rimpianto per il tuo passato calcistico?

“Quando giocavo nelle giovanili del Central Cordoba sono stato chiamato da un procuratore italo-argentino per venire a giocare in Italia in Terza Serie, ma io non avevo capito che si trattava della Serie C, pensavo ad una categoria scadente, così non ho accettato e sono andato nel Paraguai in una squadra di serie A, a volte ci vuole anche un pizzico di fortuna per sfondare nel calcio, basta prendere il treno giusto che ti cambia la vita, ma non ho rimpianti del passato, ora guardo al futuro e sto benissimo a Guglionesi, con il presidente Enzo Basler ci conosciamo da molti anni, lui mi ha sempre rincorso e ora sono qui per fare bene e portare il Real Guglionesi il più alto possibile”.

Senti la nostalgia dell’Argentina?

“Prima come potevo volavo laggiù, ora non ho più i genitori e ci penso di meno, ma il paese natìo non si dimentica mai”.

In bocca al lupo per il tuo futuro

Grazie!

CURICULUM CALCISTICO DI LUCIANO PIGNATTA

Ha iniziato nelle giovanili del Central Cordoba realizzando in tutto 105 presenze e 26 gol. Poi si sposta nel Paraguai nel Sol de America (20 presenze e 4 gol nella massima serie paraguaiana), e successivamente arriva in Italia vestendo la maglia dello Sporting Genzano, scendendo in campo 20 volte e realizzando 18 gol. Dopo un anno passa al Potenza, ritorna al Genzano per poi trasferirsi al Bitonto e successivamente al Sapri, con cui segna 14 gol in 30 partite, venendo poi tesserato dalla Scafatese. A gennaio si trasferisce alla Nocerina dove disputa 11 partite realizzando 2 gol.

Dalla stagione 2010-2011 fino al 2012 gioca nell’ Ebolitana, in serie D e successivamente in C2 , per scendere di nuovo in serie D con Noto, Real Metapontino, Rende, Sorrento, collezionando in 2 anni varie presenze e anche tanti gol in questi anni  fa coppia con l’ex rossoblu Zotti e Manzari, che lo assistono in modo perfetto, permettendogli di collezionare tanti gol.

 

 

More Stories

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.