25 Giugno 2024

BASKET – LA MOLISANA MAGNOLIA, IN SERIE B LA SFIDA CONTRO SENIGALLIA PER GUARDARE IN PROSPETTIVA

3 min read

Coach Francesco Dragonetto

Moscarella in azione

Tra le campobassane fa il suo esordio la colombiana Marta Moscarella. Rizzo e Vitali alle prese con qualche fastidio fisico

Il tecnico rossoblù Francesco Dragonetto: «Determinante poter avere la giusta intensità da ogni nostra rotazione»

 Il via al rush finale della prima fase di campionato con la certezza matematica di essere una delle prime quattro formazioni del lotto in vista della fase playoff. Il gruppo junior La Molisana Magnolia Campobasso si proietta sulla tredicesima (e penultima) giornata della prima fase del torneo di serie B con Umbria e Marche.

I #fiorellinidacciaio di coach Dragonetto vanno a far visita al Senigallia terzo della classe con gli stessi punti (14) ed il medesimo numero di gare (10) delle molisane con le marchigiane che – lo scorso 26 novembre – si imposero di dodici all’Arena (54-42).

ROSTER RIDEFINITO Il team campobassano andrà nelle Marche senza Del Sole che sarà in trasferta col team di A1 al PalaSerradimigni di Sassari. Non al top della condizione sono Vitali e Rizzo il cui utilizzo sul parquet dovrebbe essere contingentato. Con i #fiorellinidacciaio ci sarà l’esordio dell’ultimo innesto, l’all around colombiana Marta Moscarella.

«Avremo la possibilità di farle assaggiare il campo in uno scontro particolarmente intricato – spiega alla vigilia il tecnico delle campobassane Francesco Dragonetto – perché di fronte avremo una squadra come quella senigalliese che punta senza mezzi termini al salto in A2 . Da parte sua, Marta si è integrata al meglio nell’organico, è entusiasta ed ha tanti stimoli. Ci darà una mano importante a livello di fisicità. Dall’alto dei suoi 185 centimetri è una giocatrice in grado di disimpegnarsi in tutti i ruoli sul parquet sia come spot in attacco che a livello di difesa sulle avversarie».

NON SOLO DURAN Le senigalliesi hanno nella venezuelana Duran Calvette il proprio assoluto riferimento offensivo sono formazione in grado di ingabbiare al meglio le avversarie sulla scia delle intuizioni di coach Luconi.

«Contro di loro abbiamo dato vita alla nostra partita meno felice, perché in una serata offensivamente poco concreta con il tiro da fuori che non entrava abbiamo finito per patire il loro gioco. In tal senso, se riusciremo ad avere il giusto agonismo e l’intensità e potremo correre al meglio lungo il campo potremo avere le giuste opportunità. Magari, sfruttando un po’ tutte le rotazioni – aggiunge Dragonetto – ci sarà la possibilità di fare qualcosa di buono, avendo la necessaria intensità da ognuna».

MINICICLO FINALE In effetti, nelle due sfide con Senigallia e Porto San Giorgio (quest’ultima tra le mura amiche dell’Arena), ci sarà l’opportunità di provare a migliorare l’attuale quarta posizione in graduatoria in prospettiva sia della fase ad orologio che, in prospettiva, dei playoff.

«Saranno belle sfide ancor più nella seconda fase e poter avere il vantaggio del fattore campo sarebbe di notevole aiuto. Nella fase ad orologio le affronteremo nuovamente tutte e ci impegneremo per raggiungere l’obiettivo. Sappiamo che per migliorare la quarta posizione dovremo fare bottino pieno anche perché avere l’opportunità di giocare in casa una o due partite delle partite della fase ad orologio non sarebbe una cattiva opzione in considerazione del fatto che i confronti in esterna hanno sempre un tasso di difficoltà superiore, anche se al tempo stesso rappresenterebbe un bel banco di prova per il nostro gruppo anche in prospettiva del torneo di under 17 femminile per quelli che saranno gli impegni della fase interzona prologo all’eventuale accesso alle finali nazionali».

COLLOCAZIONE POMERIDIANA Al di là delle prospettive, però, la certezza – per i #fiorellinidacciaio – è quella dell’impegno pomeridiano (palla a due alle ore 16.30) nel primo sabato di febbraio con arbitri il fanese Matteo De Biagi ed il civitanovese Thomas Baleani.

UNDER 13 IN AGENDA Nelle scorse ore, intanto, la formazione under 13 femminile ha conosciuto il suo percorso nello Junior Nba U13 Championship nel novero della lega numero tre con Marche, Puglia e Basilicata.

Il gruppo affidato a Roberta Di Gregorio che è stato abbinato alla formazione dei New York Knicks avrà un percorso di prima fase con successiva fase ad orologio per nove turni totali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso