18 Giugno 2024

BASKET A1 – LA MOLISANA MAGNOLIA, PARTE IL MARZO INTENSO: PER LE ROSSOBLÙ LA PRIMA TAPPA È CON CREMA

3 min read

Stefania Trimboli

Martina Kacerik

Per le campobassane una delle avversarie più in forma del momento. Situazione infermeria: out sia Milapie che Perry

Il trainer dei #fioridacciaio Mimmo Sabatelli: «La difesa dovrà rappresentare necessariamente la nostra strada maestra»

 Il rush finale – cinque gare nell’arco di ventidue giorni – che determinerà il piazzamento complessivo della prima fase di stagione. Con la volontà di difendere e migliorare il proprio ranking playoff, La Molisana Magnolia Campobasso si tuffa nel tour de force di un marzo intenso, che sarà sublimato, a fine mese, dalla Final Eight di Coppa Italia ospitata proprio all’Arena. L’ingresso per i #fioridacciaio non è dei più semplici perché, seppur tra le mura amiche, le campobassane dovranno vedersela con una delle formazioni più in auge attualmente: la matricola Crema.

LUNGHE ALL’OSSO Dalla loro, le rossoblù devono fare i conti con un’infermeria particolarmente affollata, soprattutto nel settore delle lunghe, dove non risponderanno presente all’appello né l’ala-pivot statunitense Chelsey Mariah Perry, né il centro francese Marie-Michelle Milapie (per lei molto probabile un’ulteriore settimana di stop).

«Non è un momento fisico felice indubbiamente – riconosce alla vigilia il coach delle magnolie Mimmo Sabatelli – perché la nostra infermeria è affollata, ma non siamo abituati, né ci piace piangerci addosso, pertanto cercheremo di dare il massimo con le giocatrici a disposizione, come del resto abbiamo fatto a Schio, dove dall’intervallo lungo in poi ci siamo trovati a fare i conti con una simile situazione. Poter giocare davanti al nostro pubblico saprà darci quella voglia in più di provare a gettare il cuore oltre l’ostacolo nella consapevolezza della delicatezza dell’incrocio».

INSIDIE CREMASCHE Del resto, dopo il necessario adattamento alla categoria, le cremasche hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per far bene nel gran ballo della massima serie cestistica in rosa.

«Al di là della presenza di una leader come D’Alie, il loro è un roster molto compatto, capace di venire fuori alla grande, tanto da aver ottenuto, nell’ultimo mese di febbraio, tre successi importanti con scalpi importanti come quelli di Sesto San Giovanni, Ragusa e San Martino di Lupari che hanno consentito loro di guadagnare una piazza playoff. Sarà, insomma, un incrocio particolarmente insidioso».

DI NECESSITÀ VIRTÙ Un confronto che – dal canto loro – le campobassane affronteranno «facendo di necessità virtù con Blanca (Quiñonez, ndr) che ruoterà con le lunghe rimanenti (Abdi e Narvičiūtė, ndr) cercando di provare a sfruttare appieno quelle che sono le nostre caratteristiche con il roster al momento a disposizione».

APPLICAZIONE NECESSARIA In tal senso, per le magnolie, sarà determinante mettere in campo la giusta «applicazione perché le ultime gare hanno dimostrato che, oltre che al completo, Crema è in forma e sarà necessario da un lato non piangerci addosso e dall’altro dar vita ad una grande partita. In tal senso, essere sul nostro parquet con l’apporto dei tifosi accanto potrà darci i giusti stimoli per provare a centrare il dodicesimo referto rosa stagionalee provare ad avvicinarci, con un ulteriore successo, a quello che è l’obiettivo del club».

A PIENO REGIME Nel frattempo, però, queste settimane hanno consentito anche a Martina Kacerik, reduce dall’infortunio patito con Faenza, di rientrare nel pieno delle condizioni, potendo – nella circostanza – dare tutto il proprio apporto alla causa rossoblù.

DIFESA MAESTRA Per le magnolie, a livello di gestione della contesa, il piano partita non dovrà discostarsi minimamente da quella che è la filosofia base del team.

«La difesa – chiosa coach Sabatelli – è la nostra chiave di volta. Tenere a basso punteggio le nostre antagoniste ci consente di controllare al meglio la contesa, come accaduto a Schio, e questa dovrà essere la base anche del nostro confronto con Crema».

DETTAGLI VARI Per quello che sarà uno dei tre anticipi di una giornata prologo ad un insieme di tre turni (quello infrasettimanale dell’8 e 9 marzo e quello dell’11 ed il 12) nell’arco di otto giorni, nel primo sabato del mese di marzo le rossoblù andranno a sfidare le cremasche in quella che sarà una collocazione oraria di carattere serale con palla a due fissata per le ore 20.

A dirigere le operazioni sarà una terna mista composta dal perugino Mauro Moretti, dal genovese Paolo Puccini e dalla ravennate Maria Giulia Forni. Il match, come consuetudine, sarà trasmesso in esclusiva diretta streaming su Lbftv, la piattaforma pay della Lega Basket Femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso