Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Vastogirardi, il dg Crudele: “Quasi impossibile che si riprenda a giocare ma la speranza è l’ultima a morire

2 min read
Condividi

 

Attività sospese fino a nuovo ordine, allenamenti personalizzati su direttiva del proprio preparatore atletico, nessuna prospettiva sull’eventuale ritorno alla normalità. L’emergenza coronavirus non fa sconti neanche nel calcio: tutte le squadre di serie D seguono protocolli standard molto simili tra loro e in casa Vastogirardi, nel tentativo di non disperdere la forma, ci si allena tra le mura domestiche con carichi via via aggiornati dai preparatori. “Il buon senso imponeva a prescindere lo stop – spiega il dg Antonio Crudele, intercettato nella giornata di oggi – stiamo facendo il possibile per tenere alta la concentrazione e allenarci, per quanto possibile, ognuno seguendo un programma personalizzato. Non sappiamo altro e non possiamo abbozzare alcuna

data possibile sul ritorno in campo”.

Al netto dell’emergenza, le tante ore di quarantena portano gli sportivi a dedicare un pensiero anche al calcio. Tutti si chiedono: cosa ne sarà del campionato fin qui disputato?

“Purtroppo in queste circostanze diventa davvero difficile fare ipotesi o altro. Viviamo alla giornata, noi del Vastogirardi come tutti, siamo nell’incertezza più totale. Parere personale: penso sia quasi impossibile riprendere l’attività nei mesi che verranno. Dico quasi perché voglio lasciare un barlume di speranza, dato che l’amore per questo sport ci deve anche far sognare qualcosa di diverso”.

Sarà difficile, per chi di dovere, prendere decisioni sull’eventuale ritorno in campo…

“Mettendo da parte la situazione sanitaria emergenziale che tutti conosciamo, credo sarà un’impresa titanica riuscire a prendere delle decisioni a riguardo. Ci sono una miriade di variabili impazzite e situazioni che rendono allo stato attuale, come dicevo prima, complicatissimo il processo decisionale. Non ci resta che attendere”.

Cosa si può dire ai molisani in questa fase?

“Dobbiamo aspettare e farci forza, sperare in tempi migliori che ci permettano di scorgere un raggio di luce. In primis per la nostra salute, poi a seguire per la bellezza del calcio e tutto il resto. Ci auguriamo di rivedere le nostre squadre all’opera per regalare alla gente tutto lo spettacolo mancato in questo momento buio, ma sarà un percorso difficile, tortuoso e pieno di insidie. Manteniamo questa speranza, affinchè possa essere di buon auspicio”.


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P