16 Giugno 2024

Vastogirardi, Crudele: «Nessun timore reverenziale, daremo il massimo contro chiunque»

3 min read

Il direttore generale degli altomolisani è consapevole delle insidie che riserva il girone F, ma crede nelle potenzialità della sua squadra

VASTOGIRARDI. Un pareggio, una vittoria e una sconfitta. Quattro punti in tre partite. È questo lo score del club gialloceleste in quest’avvio di campionato. Il primo punto è stato conquistato a Fano, gli altri tre sono arrivati in casa con il Sora. Domenica scorsa il ko per 2-0 a Fossombrone. Un Vastogirardi sicuramente in fase di rodaggio. Ne abbiamo parlato con il direttore generale del club, Antonio Crudele.

Direttore, avete collezionato quattro punti in tre partite, sicuramente avete le potenzialità per fare meglio, il Vastogirardi deve ancora trovare il giusto equilibrio? 

«Sì, sono d’accordo. Il bilancio diciamo che è positivo al di là della sconfitta di domenica scorsa a Fossombrone. Dobbiamo tener conto che siamo solo alla terza giornata e i calciatori devono ancora assimilare tutti i dettami del tecnico, devono entrare in quello che è il ritmo gara, il ritmo campionato. I valori, quelli veri, verranno fuori con il tempo. Noi abbiamo rivoluzionato la rosa, quindi non è semplice ripartire da zero e farsi trovare pronti. È un campionato molto più difficile rispetto agli anni scorsi. Il livello degli organici si è alzato di molto. Diciamo che c’è da lavorare e lo stiamo facendo al massimo grazie al mister e al suo staff».

Quindi conferma che quest’anno il girone F è molto più impegnativo e competitivo rispetto alle passate stagioni?

«Sì, ma questo non lo dico io. Lo dicono i nomi delle società che hanno allestito degli ottimi organici per questa stagione. L’asticella si è alzata di molto rispetto agli anni scorsi. C’è da aggiungere che sono entrate società importanti come Campobasso e L’ Aquila. Consapevoli di questo, dobbiamo metterci in testa che quest’anno sarà ancora più dura. Quindi ci impegneremo non al cento, ma al centodieci percento tutti quanti come società, come staff, come calciatori. Siamo comunque fiduciosi perché sappiamo di poter contare sugli uomini giusti».

C’è da dire però che la sconfitta di domenica scorsa è arrivata contro un avversario che non è proprio blasonato. Che cosa non le è piaciuto della partita contro il Fossombrone e che cosa secondo lei non ha funzionato.

«Ogni gara è una gara a sé. È difficile dire cosa non ha funzionato. Sicuramente il fatto di non essere riusciti ad avere quel ‘killer instincnt’ per mettere la palla dentro perché poi il loro gol è arrivato subito dopo l’occasione clamorosa che ci è capitata. Quindi il rammarico è quello di non aver sfruttato le due occasioni che abbiamo creato. Questo ci deve insegnare che bisogna lottare col coltello tra i denti contro tutte le squadre. La gara di Fossombrone è stata dura, abbiamo giocato contro una buona squadra ben messa in campo. Ad ogni modo, abbiamo subito voltato pagina. Ovviamente saranno il mister e il suo staff ad analizzare ciò che non ha funzionato e correggere gli errori che sono stati commessi. Noi dobbiamo imparare anche e soprattutto dalle sconfitte e cercare di trarre degli insegnamenti. Ci servirà da lezione per evitare che gli stessi errori vengano commessi in futuro».

Vi attendono due gare casalinghe abbastanza impegnative: la prima sarà contro l’Avezzano e poi arriva la blasonata Sambenedettese. Cercare di fare sei punti sarà difficile però il calcio insegna che tutto può succedere…

«Abbiamo questo doppio turno casalingo. In una settimana giochiamo due gare molto difficili. Noi dobbiamo pensare domenica dopo domenica al di là di quello che è l’avversario e del nome che porta. Dobbiamo dare il massimo contro chiunque. Ci apprestiamo ad affrontare queste due gare casalinghe con il massimo dell’impegno e della concentrazione. Due partite difficili in cui però possiamo contare sul fattore campo perché le affronteremo sul nostro terreno di gioco. Poi al match con la Samb ci penseremo la prossima settimana. Adesso siamo concentrati sull’ Avezzano che è un avversario molto ostico. Quindi stiamo preparando al meglio questa gara».

Qual è l’obiettivo che vi siete prefissati per questa stagione?

«L’obiettivo è quello di raggiungere una salvezza tranquilla. L’importante è fare più punti possibili e dare sempre il massimo. Ovviamente vogliamo conservare la categoria e farlo nella maniera più tranquilla possibile. Tutto quello che di buono verrà, ce lo prenderemo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso