Serie D. Campobasso, una vittoria contro il CytnthiAlbalonga per spegnere i malumori

2 min read
Condividi

Il proverbio dice: ‘Una rondine non fa primavera’. Ma la vittoria contro il CynthiAlbalonga riporterebbe il sole d’agosto…

Il Campobasso torna in campo, dopo appena due giorni dal pareggio casalingo con il Real Giulianova, gara che ha lasciato dei malumori all’interno del popolo sportivo campobassano. Nemmeno le rassicurazioni di Gesuè e Rizzetta, hanno attenuato le insoddisfazioni. Sono stati sufficienti due pareggi consecutivi per scatenare sui social un nuovo mercato, che fino a dicembre era ormai bello che chiuso. “Rosa compatta in tutti i reparti”. Il gioco del calcio, si sa, è fatto di risultati, e quando non arrivano si dimentica in fretta dove eravamo fino a qualche anno fa: sul ciglio di un burrone.

Gettiamoci alle spalle le ‘dicerie’ e concentriamoci sulla gara di domani, che non sarà semplice. In altri tempi nessuno si sarebbe preoccupato della trasferta laziale, ma l’inquietudine e il peso della responsabilità di fare risultato a tutti i costi, qualcuno non potrebbe reggere il peso. Il tecnico Cudini, più che gestire la forza nelle gambe, che ha la sua importanza, in questi due giorno ha dovuto lavorare per smaltire le scorie mentali, la gara contro il CynthiAlbalonga è una specie di sparti acqua: aggravare lo stato mentale o ritrovare l’equilibrio iniziale. C’è da superare l’ostacolo di una gara infrasettimanale che il Campobasso non era stato mai costretto a giocare, e quindi gestire anche il recupero fisico che mentale. Sul piano tecnico l’avversario è sotto stress per i recuperi giocati, ma non sul piano dei risultati, in modo particolare quando gioca sul terreno amico: 5 gare, 4 vittorie e 1 pareggio – gol fatti 10, solo 4 subiti. Il cammino del Campobasso lontano dal proprio campo non conforta, nelle 4 gare disputate: 1 vittoria, 2 pari e 1 sconfitta. I numeri non ci favoriscono, ma se il trio d’attacco troverà un terreno di gioco dove esalta la tecnica, credo che il CytnthiAlbalonga andrà in affanno, sarà compito del centrocampo mantenere in mano il pallino del gioco. “Affronteremo una grossa squadra che ha individualità importanti e che da molti viene indicata come una delle favorite”. Sono le dichiarazioni del centrocampista Panaioli, autore del momentaneo vantaggio nella gara di domenica contro l’Olympia Agnonese. In sostanza, gli avversari temono il Campobasso, sono consapevoli di avere di fronte una squadra non facile da addomesticare nonostante non stia attraversando il miglior stato di forma.

Non credo che Cudini cambierà modulo di gioco: la miglior difesa è l’attacco. Si riprenderà dagli undici schierati contro il Giulianova, c’è l’interrogativo di Dalmazzi, se il centrale difensivo non ce la farà sarà pronto Sbardella il suo sostituto naturale. La gara sarà diretta dal signor Francesco Burlando di Genova.

GARE E ARBITRI

Girone F: Cynthialbalonga-Campobasso (Francesco Burlando di Genova), Olympia Agnonese-Recanatese (Nicolò Torillo di Torino), S. Nicolò Notaresco-Vastese (Silvio Torreggiani di Civitavecchia), Vastogirardi-Castelfidardo (David Guida di Torre Annunziata).

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.