Motociclismo – A Pietramontecorvino sale l’attesa per l’European Enduro Championship 2022.

Condividi

PIETRAMONTECORVINO. Cresce l’attesa e l’entusiasmo a Pietramontecorvino per l’European Enduro Championship 2022, unica tappa italiana del campionato europeo di enduro che si disputerà sabato e domenica prossimi con la partecipazione di oltre 120  piloti in rappresentanza di 14 nazioni che giungeranno in Puglia da tutta Europa nel più importante campionato europeo di categoria. Assieme ai centauri, oltre a responsabili, accompagnatori e personale tecnico dei team, ci saranno i dirigenti della Federazione Internazionale di Motociclismo e della Federazione Motociclistica Italiana, organizzatrici dell’evento. Complessivamente la cittadina dei Monti dauni settentrionali, di 2.600 abitanti, sarà invasa da oltre 600 persone, tra atleti e addetti, molti dei quali sono già giunti in paese. La manifestazione si avvale del supporto tecnico-logistico dal locale motoclub “Le Aquile”, il cui presidente Alessandro Lombardi ha illustrato i dettagli del programma: “Sabato 19 le gare partiranno da Piazza Municipio, con i piloti che sfileranno con le loro moto a passo d’uomo per un breve tratto all’interno del paese. Gli appassionati avranno modo di assistere alla gara nell’area del paddock che sarà allestito nella zona industriale di Pietramontecorvino. Nelle due giornate si svolgeranno due tappe cronometrate e un cross test, prova speciale di 7 km. su monte Sambuco. Le moto utilizzeranno esclusivamente tratturi e mulattiere già esistenti per attraversare il territorio, i boschi e le aree montane e rurali dei territori di Pietramontecorvino, Castelnuovo della Daunia, Motta Montecorvino e Celenza Valfortorem al confine con il Molise, percorrendo un anello lungo complessivamente circa 50 chilometri da ripetersi più volte. Tutto il percorso sarà minuziosamente messo in sicurezza e controllato da personale qualificato”.

Diversi i centauri pluricampioni che sfideranno il difficoltoso e argilloso tracciato dei Monti dauni, tra i quali gli italiani Enrico Rinaldi, Maurizio Micheluz e Diego Nicoletti, i ceki Jara Romancik e Chlum Matyas, il francese Passet Thibaut e il finlandese Juupaluoma Pyry. Dopo la tappa di Pietramontecorvino l’European Enduro Championship toccherà altre quattro nazioni: il 2 e 3 aprile a Tamasi (Ungheria), il 13 e 14 agosto a Sipoo (Finalndia) e dal 28 al 30 ottobre a Woltersdorf, Rudersdorf e Grunheide in Germania. Le gare saranno seguite da giornalisti, troupe televisive e redazioni di giornali e riviste sportive che seguono il mondo del motociclismo.

“E’ un’occasione più unica che rara – sottolinea il sindaco Raimondo Giallella – per far scoprire a un pubblico molto vasto una Puglia che non ti aspetti, quella dei Monti dauni, una delle province, quella di Foggia, tra le più belle, territorialmente varie ed estese d’Italia. Tutto questo è motivo di grande orgoglio per Pietramontecorvino”.

Dino De Cesare

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.