IL TOP DRIVER PROMOX GIUEPPE TESTA CAMPIONE ASSOLUTO AL RALLY DEL MOLISE PER LA QUINTA VOLTA.

2 min read
Condividi

In modo non certo inaspettato, il top driver Promox Giuseppe Testa conquista per la quinta volta consecutiva il trofeo del Rally del Molise, giunto alla sua ventiseiesima edizione. Testa si aggiudica ben 7 prove speciali su 8 con la sua SKODA Fabia R5, abilmente navigato dal veterano Gino Abatecola, staccando di 1’19” il diretto concorrente Carmine Tribuzio, anche lui sulla medesima vettura.

Un vero record per Giuseppe Testa, che si conferma mattatore incontrastato del Rally molisano, sotto l’egida sportiva della RO Racing di Rosario Montalbano e il supporto tecnico della Delta Rally.

Gara complicata, invece, per il giovane driver Promox Gabriele Recchiuti, al via sotto l’egida sportiva dei Piloti Sipontini. Complice una scelta sbagliata di pneumatici alla terza prova speciale (Castelpetroso) che purtroppo ha gravemente pregiudicato il prosieguo, costringendo il giovane pilota ormai a non forzare troppo la propria Ford Fiesta R2 e a concludere la gara con un passo più tranquillo. Assolutamente degno di menzione il validissimo supporto tecnico della Messere Corse.

La vera insidia della gara molisana, infatti, è stata proprio la volubilità meteorologica tra le varie prove speciali, molto tecniche, e la scelta appropriata delle gomme da montare. Una strategia più o meno premiante che determina gli esiti di gara. Diversi, infatti, i ritiri registrati alla fine della competizione.

Conclusasi positivamente la immancabile parentesi di casa per i piloti Promox, in doveroso omaggio ai partner economici, si torna all’impegno primario nel campionato italiano WRC. La gara di San Martino di Castrozza per il prossimo mese sarà importantissima e quantomai determinante.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.