20 Giugno 2024

Il Cln Cus Molise scrive un’altra pagina di storia. La serie A2 élite il coronamento di tanti sacrifici

2 min read
                       Festa sotto i tifosi

A distanza di quattro anni dall’affermazione con il Fano che ha consegnato la serie A2 al Circolo La Nebbia Cus Molise, la storia si ripete ed è ancora più bella. La vittoria sugli Hornets nel ritorno del secondo turno playoff regala ai rossoblù del presidente Dell’Omo l’accesso a quella che il prossimo anno sarà la seconda serie nazionale, la A2 élite. In un Palaunimol gremito in ogni ordine di posto con la città di Campobasso che ha risposto presente al grande appuntamento, la squadra di Marco Sanginario ha completato il lavoro iniziato ad agosto e lo ha fatto nel migliore dei modi. Onore agli Hornets che hanno giocato ad armi pari il doppio confronto ma grande merito al gruppo rossoblù che ha trovato le energie raschiando il fondo del barile e quando i supplementari sembravano dietro l’angolo, si è aggrappato al destro magico di Jonathan Debetio che ha fatto esplodere di gioia il Palaunimol. La voglia di vincere e la capacità di saper soffrire sono state spesso segni distintivi di una stagione nella quale il Cln Cus Molise si è trovato a dover fare i conti con infortuni e squalifiche che ne hanno ridotto le rotazioni ma non hanno scalfito la voglia di lottare su ogni pallone. E’ stata una promozione cercata e meritata, quella di capitan Di Stefano e compagni, frutto di un lavoro partito da lontano e che negli anni ha avuto basi solide sulle quali poggiare le sue grandi imprese. Una società attenta e capace di programmare senza fare mai il passo più lungo della gamba, uno staff professionale e competente, un condottiero, Marco Sanginario, che ha saputo costruire a sua immagine e somiglianza il gruppo, bravo a cogliere dalle difficoltà ulteriori energie e a cambiare in corsa, quando serviva, per dare la sterzata decisiva. E’ stata una stagione complicata anche per via di un girone più duro con formazioni di altissimo spessore e per la nuova regola che ha ridotto da cinque a tre l’impiego dei giocatori non formati. Ma il Cus Molise è riuscito nella grande impresa, all’ultimo respiro, con la zampata vincente di Debetio che ha mandato in visibilio il Palaunimol. Traguardo meritato per i molisani con la città di Campobasso che ha saputo rispondere presente all’appello ed ha trascinato con calore e passione i propri beniamini alla vittoria. Una vittoria che ha anche il dolce sapore dell’impresa e che spalanca ai rossoblù le porte di una nuova categoria. La società nelle prossime ore si metterà a lavoro per programmare la prossima stagione e per proseguire sulla strada intrapresa da tanti anni a questa parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso