Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Gli ‘Under’ terribili dell’Alto Casertano, Poziello-Panico, 82 anni in due, decidono il ko del Venafro.

2 min read
Condividi

 

Gli ‘under’ terribili dell’Aurora Alto Casertana, Poziello-Panico, 82 anni in due , mettono il bavaglio al Venafro.

 

 

 

 

 

VENAFRO. Partenza con l’handicap per il Venafro. L’Alto Casertano al primo affondo approfitta della dormita generale dei difensori centrali, Poziello dalla lunetta dell’ area di rigore tocca quel tanto per lanciare Panico davanti a Rossi che non può nulla sul lob dell’attaccante: e sono 13. Il Venafro si riorganizza, e punta tutta la sua azione offensiva su Lombardi che copre tutta la fascia sinistra d’attacco, dai piedi dell’attaccante venafrano partano le incursioni più pericolosi per il team bianconero.  Su il tiro da fermo di Lombardi, la sfera penetra in area, Paglia si respinge come può, la palla arriva sui piedi di Adamo, ma è ancora Paglia a sbarrare la strada del gol venafrano. L’Aurora Alto Casertano cerca di tenere la sfera lontana dalla propria metà campo, e si affida a Vallefuoco, che oltre a ergersi come ultimo baluardo della difesa, ricopre anche il ruolo di regista difensivo con lanci lunghi a cercare Panico e Poziello. Nel finale della prima frazione di gioco, la capolista può sfruttare il tiro da fermo dal limite, ma Poziello manda alto. Su azione successiva, il Venafro sfiora il pareggio, ma il portiere Paglia si supera e nell’azione. Nella ripresa la gara si fa più intraprendente, il Venafro alla ricerca del gol, e l’Aurora Alto Casertano a ripartire di contropiede con i due scatenati Under, Poziello-Panico, che si trovano a meraviglia, e la difesa venafrana deve dare tutta se stessa per evitare di capitolare per la seconda volta. Due volte Panico e una volta Poziello, sfiorano il raddoppio, ma sulla loro strada trovano un Rossi che non ci sta a chinarsi e raccogliere per la seconda volta la palla dentro la propria porta. Per 15minuti la partita fila liscia, senza nessun sussulto, a volte diventa anche un po’ spigolosa, ma poi tutto torna alla normalità grazie al richiamo del signor Maicol Guiotto di Schio, impeccabile la sua direzione arbitrale. Negli ultimi minuti di partita, il Venafro cerca di dare tutto se stesso, mister Capaccione si affida anche a Patriciello, ma la difesa dell’Aurora Alto Casertano è un bunker guidato alla perfezione da Valle fuoco. Nel recupero si porta in area anche il portiere venafrano Rossi, che devia la punizione di Lombardi, la palla sta per beffare Paglia, ma un difensore devia in angolo. E’ l’ultima azione di una gara giocata bene dell’Alto Casertano, il Venafro non ha nulla da farsi perdonare se non la disattenzione iniziale.

 


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P