IL PUNTO. Girone F – V° di andata – Ottimo punto per il Vastogirardi contro il Chieti.

Condividi

Il ds della Vastese Nicola D’Ottavio si dimette. A rischio la panchina di Donati della Sambenedettese.

La quinta giornata di andata nel girone F della di seri D ha fatto registrare ancora una volta una leggera prevalenza del fattore campo con 3 vittorie interne, 2 esterne, invece 4 sono stati i pareggi. Calo delle rete segnate, solo 17, meno di 2 a partita. Non ci sono squadre imbattute, tutte hanno subito almeno una sconfitta. Bella cornice di pubblico al “Di Tella” di Vastogirardi, e buon punto per la compagine di Prosperi al cospetto di una squadra blasonata come il Chieti giunta in Molise con al seguito una cinquantina di tifosi, tanti quanti erano stati i tagliandi messi a disposizione dalla società gialloblù a quella ospite in considerazione della capienza del “Di Tella”. Dopo un primo tempo terminato a reti inviolate sono stati gli ospiti a passare in vantaggio a metà ripresa con il solito Fabrizi che di testa ha finalizzato un assist di  Pietrantonio. Tuttavia i vastesi a dieci dal termine sono stati bravi a crederci e a coronare gli sforzi profusi trovando la rete del pareggio con Mingiano. In virtù di questo risultato i teatini salgono a 8 punti in classifica mentre i molisani si portano a quota 3 sempre in zona play out. Ancora a 3 punti, ottenuti con altrettanti pareggi, troviamo la Vastese 1902 che, sul campo amico, non solo non è riuscita a centrare il successo pieno, ma addirittura è uscita sconfitta contro il Castelfidardo che proprio domenica scorsa era riuscito nell’impresa di ribaltare  il risultato di Castelnuovo dopo essere stato sotto di due reti. Al termine della gara il DS Nicola d’Ottavio (foto) ha rassegnato le proprie dimissioni addossandosi tutte le colpe per non aver saputo costruire una squadra all’altezza. A questo punto c’è da chiedersi cosa farà l’allenatore, anche lui molisano, Fulvio D’Adderio dopo questo ulteriore passo falso della squadra. Il Castelnuovo al Vomano si rifà con gli interessi ed ottiene, come da pronostico,  il successo pieno contro la matricola Aurora Alto Casertano che resta ad un solo punto, mentre la compagine guidata dal bravo Guido Di Fabio si porta al terzo posto in classifica a quota 10 dove troviamo, dopo i risultati di questa giornata, altre quattro squadre: Pineto, Porto d’Ascoli, Notaresco e Recanatese. Primo punto stagionale per la Sambenedettese, che impatta contro gli abruzzesi del Nereto che, a loro volta, non invertono il trend di risultati negativi nonostante il cambio di allenatore avvenuto in settimana con l’avvento in panchina del navigato Leonardo Bitetto. Nonostante il primo punto stagionale anche il tecnico della Samb Donati è a forte rischio esonero. Nell scontro tra le ex prime della classe, tra la matricola Porto d’Ascoli, e il lanciatissimo S.N. Notaresco, esce fuori un pareggio, con un gol per parte, maturato nei minuti finali: alla rete degli abruzzesi realizzata da Maio risponde nel finale Napolano su rigore per i marchigiani. Nel secondo dei tre big match della giornata dove, ben sei delle prime sette si scontravano tra loro, matura lo stesso risultato di parità. Infatti il Pineto, reduce da tre successi consecutivi e sempre vittorioso in trasferta, si ferma sul pari contro la Recanatese, anch’essa reduce da tre successi di fila. Anche qui dopo un primo tempo a reti bianche, nella ripresa il solito Cardella rompe gli equilibri in favore degli abruzzesi, ma i leopardiani riescono a pareggiare con una prodezza balistica di Senigagliesi. Successo di misura nel terzo big match della giornata con l’Atletico Fiuggi Terme che si misura si impone al Tolentino e si porta in testa alla classifica con 12 punti. Di Ficarra nel primo tempo la rete che vale il primato. Con i termali, a 12 punti, c’è anche il Trastevere che, secondo pronostico, ha avuto la meglio contro il modesto Montegiorgio che si è dovuto piegare sotto i colpi di Crescenzo, Proia, e Squerzanti che hanno così confezionato il rotondo 3 a 0 finale. La sorpresa della giornata è arrivata invece da Fano dove, a sorpresa, il Matese ha battuto con una rete realizzata in avvio di gara da Ricamato l’Alma Juve di Vittorio Esposito. Ancora un treno perso per i marchigiani che vedono le prime della classe sempre più lontane.

Giovanni Cianfagna


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.

error: Il contenuto è originale e coperto da copyright.