FIGC. La Lega Nazionale Dilettanti ‘umiliata’ nel Consiglio Federale in corso

1 min read
Condividi

La Lega Dilettanti torna indietro di 20 anni, è fuori dai giochi, Gravina (nella foto) fa cadere il suo peso sul presidente della Lega A Dal Pino (vice presidente vicario) e sul presidente dei calciatori Calcagno. 

Siamo tornati indietro di 20 anni. Al tempo in cui Carlo Tavecchio metteva sul piatto della bilancia il peso del Calcio dilettantistico e rivendicava di diritto la Vice Presidenza della FIGC. Ora invece è la Serie A a prendere questo incarico, e il presidente dei calciatori l’altra vice presidenza. E’ stato lo stesso presidente della Figc Gabriele Gravina a far cadere il consenso sui vice presidenti, dopo che il Consiglio si era diviso a metà, per statuto il voto del Presidente vale doppio e così Gravina ha scelto i due vice: il presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino e quello dell’Assocalciatori, Umberto Calcagno. Il presidente della LND, Cosimo Sibilia, escluso da tutti gli incarichi importanti, a ricoprire la carica di vice presidente vicario sarà Dal Pino. Il Calcio Dilettanti è fuori dai giochi, e naturalmente dalle decisioni importanti, il calcio dei poveri diventerà ancora più povero, speriamo di no. Il Consiglio Federale ancora in corso, dovrà valutare la ripresa del Campionato di Eccellenza, all’ultimo punto dell’ordine del giorno.

Intanto, la sala del consiglio federale è stata intitolata Paolo Rossi. Un bel gesto. “Ricordo doveroso per un simbolo del trionfo azzurro”, ha spiegato Gravina.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.