Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Eccellenza, la rincorsa del Roccasicura fermata sul più bello. Il bomber Calcagni: “Spero ancora nella ripresa”

2 min read
Condividi

Nella lista dei bomber più prolifici dell’Eccellenza molisana, non può mancare Franco Calcagni. Dominatore dell’area di rigore nella trionfale ascesa del Vastogirardi di Farina, ha scelto il progretto Roccasicura per confermarsi ad alti livelli nel massimo torneo regionale. Un infortunio lo ha frenato poco prima dello stop totale ai tornei, mentre la sua squadra con in primis mister Pecoraro, in evidente ripresa dopo un inizio di stagione tentennante, si augura di riabbracciarlo al cento per cento alla ripresa delle ostilità. Ripresa che, tuttavia, resta in dubbio. Dalla Serie A alle serie minori. “Personalmente ho la fortuna di abitare in campagna ed avere un po’ di spazio intorno casa e ciò mi permette di allenarmi. Ovviamente – racconta Calcagni – non è la stessa cosa allenarsi da soli ma ameno ciò mi permette di mantenere una condizione fisica accettabile. Certo è che stiamo vivendo un periodo difficile per tutti e per superarlo bisogna avere un po’ di buon senso e rispettare le regole.Bisogna sicuramente essere motivati e trovare la forza di non mollare con la speranza che si torni al più presto a giocare”.

Analizzando la poderosa rimonta del Roccasicura verrebbe da dire ‘che peccato’. Dal vostro punto di vista immaginiamo che il rammarico sia doppio.

“La stagione stava prendendo una piega positiva per quanto concerne la mia squadra: abbiamo recuperato molti punti a tutte le squadre in testa alla classifica ed eravamo lanciatissimi verso il finale di stagione. Fermare il calcio fa male, poi, a prescindere. Il rammarico, se vogliamo, è triplo. Per quanto mi riguarda purtroppo ho subito un infortunio alla caviglia che mi ha tenuto fuori per quasi due mesi ed ero vicino a rientrare definitivamente in gruppo, poi purtroppo sono arrivate le restrizioni. Sul più bello sono stato fermato anche io da un rientro atteso”.

Il ‘partito’ dei pessimisti acquisisce consenso con il passare dei giorni. E’ ipotizzabile un rientro in campo?

“Credo che lasciare un campionato incompiuto non sia giusto. Ovviamente la salute di tutti viene prima di ogni cosa ma qualora fosse possibile credo che sia giusto e rispettoso portare al termine la stagione, anche perché c’è gente che vive di questo come me e vedersi decurtati dei mesi per cause di forza maggiore è un po’ fastidioso. Purtroppo nessuno ha colpa ma dobbiamo cercare di rispettarci per tornare al più presto alla normalità”.

Leandro Lombardi


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P