Eccellenza Abruzzese: domani la terza giornata con il big match tra Chieti e l’Aquila.

2 min read
Condividi

Il Lanciano è ancora fermo per il Covid, doveva incontrare il Capistrello.      

Giornata importantissima quella di domani che vede di fronte all’Angelini di Chieti il big match tra due nobili decadute, FC Chieti 1922 e L’Aquila 1927, abituate ad altri derby nelle categorie superiori, parliamo della vecchia serie C, e delle più recenti C1 e C2. Entrambe le città hanno subito l’onta di diversi fallimenti, costrette più volte a ripartire dalle categorie più basse dei dilettanti, ne sa qualcosa la compagine rossoblù che torna a giocarsi questo derby dopo essere ripartita addirittura dalla prima categoria! La gara in programma domani è già di fondamentale importanza e potrà dirci, anche se non in maniera definitiva chi è l’avversario da battere.

I teatini del presidente Antonio Mergiotti (nella foto) si presentano a questo importante appuntamento a punteggio pieno, dopo aver surclassato il Lanciano alla prima e superato di misura, ma giocando praticamente in 10 per l’intera gara, in campo avverso il Delfino F.P. Pescara, quest’ultimo avversario ostico per tutti. Proprio l’espulsione del suo uomo di punta, Verna, avvenuta come detto la scorsa domenica dopo solo 2 minuti dal fischio d’inizio, potrebbe pesare non poco nell’economia del gioco della squadra forgiata dal D.S. di origine molisana Antonio Paciarella che, nell’ultima sessione di mercato, ha fatto salti mortali per portare lo stesso Verna in casa teatina. Ma la squadra è in salute ed ha tutti gli altri effettivi abili e arruolati. Gli aquilani, dopo l’esordio vittorioso sul campo amico proprio contro il Delfino, si presentano al completo ed hanno nell’ex Miccichè la punta di diamante capace di scardinare la difesa neroverde!

L’ex mister del Campobasso Cappellacci (nella foto) ha tenuto sottopressione la squadra e domenica scorsa per non far perdere il ritmo partita ai suoi ragazzi ha disputato una gara amichevole contro una compagine di promozione. Dopo lo stop forzato torna in campo l’Avezzano che riceverà la visita del fanalino di coda Delfino Flacco Porto, che vale senza dubbio più della sua misera classifica. Per la compagine biancoverde è d’obbligo un successo pieno per mantenere intatte le velleità di giocarsi la promozione nella serie superiore con Chieti e l’Aquila, ma di mezzo c’è questo scontro con i pescaresi in programma stadio dei Marsi da non sottovalutare. Non si giocherà a Capistrello dove era in programma la gara con il Lanciano. E’ nota a tutti la situazione dei frentani, già fermi la scorsa settimana a causa delle positività al Covid di molti dei suoi calciatori, positività che nel corso della settimana sono salite a dieci! Già dalla scorsa settimana avevamo detto che anche questa gara era a rischio rinvio, siamo stati buoni profeti, anche se non ci voleva tanto per prevedere una situazione del genere. Osserva il suo primo turno di riposo la sorprendente Renato Curi Angolana che si gode la sua seconda posizione in classifica in attesa di conoscere gli altri risultati.

Ciang

 

               

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.