CUS MOLISE, D’ANDREA E MASCIONE CAMPIONI INTERREGIONALI DI GYM BOXE. ANDRANNO AI TRICOLORI DI FERMO.

Teresa Mascione e Alessandro D'Andrea

Condividi

Alessandro D’Andrea e Teresa Mascione, portacolori del Cus Molise sono campioni Interregionali di gym boxe rispettivamente nella categoria over maschile e master femminile.

Nell’appuntamento A Montesilvano gli atleti molisani, grazie alla costanza, al cuore e al sacrificio, sono riusciti a mettere in bacheca un risultato prezioso. Risultato che permette ad entrambi di staccare il pass per i tricolori di Fermo. Nella kermesse marchigiana difenderanno  i colori della squadra agonistica guidata dai maestri Francesco Pisapia e Marco Astorri.  Il lavoro svolto nel corso della prima parte di stagione ha dato dunque i primi frutti. Nonostante il periodo particolare che si sta vivendo a causa della pandemia, il gruppo del Cus Molse ha lavorato duramente per prepararsi nel migliore dei modi agli appuntamenti agonistici in calendario. La partecipazione al campionato italiano in programma tra la fine di giugno e l’inizio di luglio, rappresenta sicuramente un punto di partenza importante sul quale costruire il resto della stagione agonistica. Il confronto con atleti di livello nazionale è anche uno stimolo prezioso per continuare a lavorare con impegno e costanza senza lasciare nulla al caso. La qualità del lavoro svolto al Cus Molise da tutto il gruppo di pugilato è sotto gli occhi di tutti e i risultati ottenuti lo confermano.  Andata in archivio la qualificazione, D’Andrea e Mascione sono già proiettati all’esperienza tricolore. La trasferta marchigiana è stata già in passato foriera di soddisfazioni per i cussini. Continuare a sognare è possibile, così come provare a migliorarsi. Il Cus Molise vuole essere ancora protagonista. L’ultima parola spetta al ring.


Condividi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.