Coppa Italia – Il Città di Isernia vola in finale.

Condividi

Nella semifinale  di ritorno contro il Real Guglionesi, ai biancocelesti, in virtù dello 0-0 dell’andata, basta il rigore trasformato da Panico (foto) per accedere alla finalissima contro il Campomarino il 26 prossimo a Montenero. 

  ISERNIA.  Un match equilibratissimo quello tra Città di Isernia e Real Guglionesi che si contendevano l’accesso alla finalissima di Coppa Italia, dopo lo 0-0 maturato nella semifinale di andata. La prima frazione infatti è terminata a reti inviolate. E lo stesso risultato si è protratto fino al 78′ quando Vitale è stato bravo a guadagnarsi un rigore trasformato con freddezza da Panico. I biancocelesti così avranno la possibilità non solo di alzare al cielo il trofeo tricolore e riscattare una stagione partita male, ma anche di accedere alle fasi nazionali in caso di eventuale sconfitta contro il Campomarino, che comunque non potrebbe partecipare dato che milita nel campionato di Promozione. Ci sarebbe così la possibilità di accedere alla serie D dalla porta di servizio.

La gara parte subito su ritmi elevati. A scaldare i guantoni di Amoroso ci pensano Di Crescenzo e Colucci, ma è l’Isernia a sfiorare il vantaggio per ben due volte prima con Panico e poi con Di Lonardo. Sulla punizione battuta da Coia, ci prova Mingione che manda alle stelle. La conclusione di Negro termina direttamente tra le braccia di Costantini. Al 25′ sono i neroverdi su calcio piazzato  a impegnare Amoroso che con i pugni respinge la sfera e sei minuti più tardi si rifugia in corner sulla conclusione di Chidichimo. Al 40′ si  fa vedere l’Isernia con Panico che  non centra il bersaglio. Sullo scadere Costantini neutralizza la punizione velenosa di Coia.

Nella ripresa i biancocelesti reclamano un rigore che Matarese di Termoli non concede. Ma è il Guglionesi a rendersi pericoloso con Paiano. L’ estremo difensore biancoceleste ancora una volta non si fa sorprendere. Al 62′ sulla punizione pennellata di Coia, è Di Lonardo a divorarsi il vantaggio.  Panico di testa impegna Costantini. L’ episodio che sblocca il match si verifica al 76′ quando Vitale viene strattonato in area, il direttore di gara decreta il penalty. Sul dischetto si presenta bomber Panico che fulmina l’estremo difensore neroverde. Il Lancellotta esplode. In zona Cesarini, Masotta prova a sfruttare la punizione di Panico, ma senza fortuna. Al triplice fischio è festa grande in campo e sugli spalti. Restano ancora da decidere ufficialmente data e luogo della manifestazione più bella del calcio regionale che quest’anno, dopo lo stop causa Covid della scorsa stagione, vedrà sfidarsi Isernia e Campomarino.                                 Giu.Cri

CITTÀ DI ISERNIA SAN LEUCIO 1 – REAL GUGLIONESI 0 ( pt 0 – 0)

 CITTÀ DI ISERNIA SAN LEUCIO: Amoroso, Barile, Mingione, Di Lullo, Vallefuoco, Di Lonardo, Coia (68′ Vitale), Soria, Negro, Panico, Pettrone (88’Masotta). All. De Bellis

REAL GUGLIONESI: Costantini, Viselli (84′ Macarlino), Di Crescenzo, Spagnuolo, Chidichimo, Colucci, Villani (66′ De Cotiis), Paiano (78′ Di Tella), Pignatta (59′ Cinicola), Dell’Aquila, Sacchetti. All. Castellano

ARBITRO: Matarese di Termoli (Petrillo-Mainolfi)

RETI: 78′ rig. Panico (CDISL)

NOTE: Ammoniti Negro (CDISL); Paiano, Vitelli, Sacchetti, Spagnuolo, Di Crescenzo

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.