Calcio. La finale playoff si decide ai rigori e la spunta l’Alto Casertano. Delusione in casa isernina.

2 min read
Condividi

AURORA ALTO CASERTANO 6 – CITTA’ DI ISERNIA 4 (d.c.r.)

ALTO CASERTANO: Paglia, Capasso, Rolando, Vallefuoco, Deniz, Panico, Canale (102’ Minopoli), Caterino (80’ Rega), Scudieri, Baba, Poziello (60’ Di Matteo). – All.: De Rosa

CITTA’ DI ISERNIA: Amoroso, De Vizia (106’Ndyade), Sabatino G. (60’ Gondola), D’Ovidio, Sabatino F., Pepe, Mimgione, Vitale,Lombardi, Pettrone (85’ Di Lonardo), Vitelli (65’ Di Gregorio). – All.: Di Rienzo

Arbitro. Iosardi di Cuneo – Assistenti: Petrillo di Campobasso e Palumbi di Termoli.

Reti. 6’ Panico, 82’ Lombardi. Rigori: Panico, Di Matteo, Baba, Scudieri e Rega ( Alto Cas ertano) – Sabatino, Lombardi, Di Gregorio (Isernia)

CAMPOBASSO. Come si conviene ad una finale termina ai rigori. A gioire è l’Alto Casertano che conquista l’accesso alla Serie D, per la stagione sportiva 2021/2022. Partita vissuta sui nervi più che sulla tecnica, complice anche il caldo opprimente che si respira nel catino del “Nuovo Romagnoli”. Prime battute della gara che vede la squadra campana più viva. Poziello e Panico sembrano imprendibili, la difesa isernina va in difficoltà, e l’Aurora Casertana va vicino al gol con Deniz che si divora una occasione ghiotta: palla alta. Ma nell’azione successiva Panico si alza bene nell’area isernina e fa secco difesa e Amoroso. Sull’1 a 0 la squadra allenata da De Rosa continua a menar la danza, ma non sviluppa occasioni concrete da gol. L’Isernia non riesce a ripartire, si vede solo su uno sviluppo dal tiro dalla bandierina, dove Pettrone devia la palla di quel tanto per colpire il palo. Si passa nella seconda frazione di gioco, dove l’Isernia sembra più in palla, fisicamente, nonostante le defaillance di Sabatino Gabriele e Pettrone, arriva nel finale di partita con la mente più lucida per sfruttare al meglio un errore difensivo collettivo della squadra campana e arriva l’1 a 1. Si va ai tempi supplementari, dove l’Isernia è viva, l’Aurora Casertana ha il fiatone corto, ma riesce a tenere il pari fino alla fine dei due tempi supplementari. Si va ai calci di rigore. Come si conviene è una lotteria. A pescare il jolly è il portiere Paglia che neutralizza il tiro di Lonardo, è sufficiente per aggiudicarsi il match e la Serie D.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.

error: Il contenuto è originale e coperto da copyright.