A 30 anni dalla scomparsa Vincenzo De Santis c’è! Nutrita la partecipazione per ricordarlo.

Condividi

Successo scontato per il ricordo di Vincenzo De Santis nell’impianto sportivo intitolato alla sua memoria.

 

 

 

 

 

 

MONTENERO DI BISACCIA. Sabato 26 marzo presso lo stadio De Santis, è andata in scena una meravigliosa ed emozionante manifestazione, dedicata ai 30 anni dalla scomparsa di Vincenzo De Santis. Per tutta la settimana, ci sono state interviste ai protagonisti dell’evento, oltre che due splendide puntate su Radio Cassú, che hanno raccontato aneddoti interessanti del compianto amico, evidenziando la sua enorme generosità. L’enorme gigantografia esposta è nata dall’idea di fare un murales, che verrà fatto prima possibile.
Il pomeriggio di sport è iniziato alle ore 14:00 con un centinaio di piccoli calciatori under 12 di 3 scuole calcio: ASD Calcio Montenero, Isola Croata del Molise, ASD Piccole Aquile. Vederli correre spensierati in mezzo al campo, riempiendo lo stesso in ogni ordine e posizione, ha rallegrato i presenti in tribuna.
Lo speaker Teresio Di Pietro, soprannominato “La Voce”, ha ben diretto l’intera manifestazione, ricordando volta per volta aneddoti inerenti l’indimenticato amico Vincenzo, anche grazie ad interventi telefonici in diretta di Don Elio e del fratello maggiore Peppino, e testimonianze del Fratello Antonio e del cugino Antonio Romagnoli. La presenza sugli spalti della sorella Maria Teresa, della moglie Margherita, dei figli e di tanti parenti, ha reso l’atmosfera fantastica.
Alle ore 16:00 parte l’attesissimo “Triangolare De Santis” formato da:
– La squadra delle Vecchie Glorie di Montenero formata dal Mister Nicola Carosella, amico fraterno di Vincenzo.
– La squadra di Palata, formata dal Mister Antonio Romagnoli, cugino di Vincenzo.
– La squadra degli amici di Vincenzo, formata dal Mister Salvatore Cardamone ex compagno di squadra e grande amico.
Il fischio di inizio naturalmente è stato dato dalla bellissima Tatiana, figlia di Vincenzo, che ha dato vita a numeri eccezionali.
3 gare stupende, con interpreti over 50 e 60 anni, ma nonostante l’età, ci sono state giocate sublimi che hanno allietato i presenti, numerosissimi come nelle migliori manifestazioni.
Circa sessanta calciatori hanno dato vita al divertentissimo triangolare, ottimamente arbitrato dall’ex arbitro Roberto Monturano (favorito anche dal clima amichevole e di festa) con tantissime sorprese, molti erano i giocatori che non indossavano le scarpette con i tacchetti da oltre vent’anni, ma una menzione particolare, bisogna farla all’inossidabile Angiolino Catalano, che a 74 anni ha giocato entrambi i tempi, con una freschezza atletica eccezionale! …uscendo dal campo con le proprie gambe.
Ci sarebbero da fare diverse menzioni, poiché è stato davvero bello rivedere vecchie glorie sul prato verde, ma l’elenco sarebbe lungo, quindi a parte il fratello Antonio e qualche minuto per Teresio Di Pietro e Salvatore Cardamone, ringraziamo tutti quelli che sono scesi in campo per aver dato vita ad uno spettacolo indimenticabile, al quale non sono mancati i saluti del sindaco Simona Contucci e del vice Andrea Cardinali.
La regia di Radio Cassú, coadiuvata dall’incredibile verve e professionalità di Giuseppe Di Nunzio ha permesso l’ottima riuscita della manifestazione, inserendola di diritto nel cuore di tutti i presenti.
Infine sono stati premiati tutti i protagonisti dell’evento: famiglia, calciatori, società, organizzatori, completando il pomeriggio nel modo migliore.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.