Tour de force per Sesto Campano e Termoli 1920: 4 gare in 10 giorni, mercoledì 17 per terminare la gara della IX° giornata per infortunio all’arbitro.

Condividi

Le due squadre impegnate anche nei quarti di finale di Coppa, in dieci giorni scenderanno in campo quattro volte.

 

 

 

 

 

 

Il Sesto Campano e il Termoli non potranno dare vita alla gara di ritorno, come da calendario, della Coppa Italia valevole per i quarti di finale. Le due squadre saranno impegnate in campo per dare vita alla gara sospesa sabato 6 novembre valevole per la IX° giornata. La gara in questione è stata sospesa alla fine del primo tempo per infortunio del direttore di gara. La gara riprenderà dal 1’ minuto del secondo tempo: 1 a 0 per il Sesto Campano e con il Termoli 1920 in dieci uomini, in conseguenza dell’espulsione subito nel primo tempo.

Il regolamento.

PROSECUZIONE DELLE GARE SOSPESE

Appare utile ricordare le disposizioni vigenti relative al recupero delle gare valide per i Campionati Dilettanti e riportate nel comma 4 dell’Art. 30 del regolamento della Lega Nazionale Dilettanti:

….. omissis …..

  1. Le gare non iniziate, interrotte o annullate sono recuperate con le modalità fissate, con decisione inappellabile, dalla Lega, dai Comitati, dalle Divisioni e dai Dipartimenti. Per le gare interrotte in conseguenza di fatti o situazioni che non comportano l’irrogazione delle sanzioni di cui all’art. 17 del Codice di Giustizia Sportiva deve essere disposta, in altra data, la prosecuzione, dei soli minuti non giocati. La quantificazione dei minuti non giocati è determinata, con decisione inappellabile, dal direttore di gara. La prosecuzione delle gare interrotte in conseguenza di fatti o situazioni che non comportano l’irrogazione delle sanzioni di cui all’art. 17 del Codice di Giustizia Sportiva avviene con le seguenti modalità:
  2. a) la partita riprende esattamente dalla situazione di gioco che era in corso al momento della interruzione, come da referto del direttore di gara;
  3. b) nella prosecuzione della gara possono essere schierati tutti i calciatori che erano già tesserati per le due Società Associate al momento della interruzione, indipendentemente dal fatto che fossero o meno sulla distinta del direttore di gara il giorno della interruzione, con le seguenti avvertenze:
  4. i) i calciatori scesi in campo e sostituiti nel corso della prima partita non possono essere schierati nuovamente;
  5. ii) i calciatori espulsi nel corso della prima partita non possono essere schierati nuovamente né possono essere sostituiti da altri calciatori nella prosecuzione;

i)   i calciatori che erano squalificati per la prima partita non possono essere schierati nella prosecuzione;

  1. iv) possono essere schierati nella prosecuzione i calciatori squalificati con decisione relativa ad una gara disputata successivamente alla partita interrotta;
  2. v) le ammonizioni singole inflitte del direttore di gara nel corso della gara interrotta non vengono prese in esame dagli organi disciplinari fino a quando non sia stata giocata anche la prosecuzione;
  3. vi) nel corso della prosecuzione, le due squadre possono effettuare solo le sostituzioni non ancora effettuate nella prima gara.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.

error: Il contenuto è originale e coperto da copyright.