Serie D. Doppio Esposito e il derby è del Campobasso. C’è anche Tenkorang

3 min read
Condividi

 Il fantasista rossoblù delizia il pubblico con due giocate di talento, il primo dagli undici metri e l’altro dai trenta metri. Tenkorang vede premiato la sua prestazione con un gol d’attaccante vero.

A Miko Cudini bastano i due gol di Esposito e uno di Tenkorang per far suo il derby con il Vastogirardi e gettarsi alle spalle il brutto stop di Castelnuovo Vomano. Due guizzi di Esposito, il secondo superlativo per il gesto tecnico, e il doppio intervento sotto misura di Tenkorang mettono sul binario giusto una gara che il Campobasso rischia di non vincere dopo aver giocato un primo tempo sotto tono e lasciato l’iniziativa al Vastogirardi che dimostra di avere carattere, ma ha commesso l’errore di aver sottovalutato l’avversario che anche quando non è in giornata ha i calciatori che possono risolvere la gara in qualsiasi momento. si affida a Tenkorang per lo squalificato Bontà e rispolvera Di Domenicantonio sulla sponda destra al posto dell’altro squalificato Vitali, due punti fermi dello scacchiere rossoblù. La gara inizia con il Campobasso che vuole rompere subito il ghiaccio, ma dopo i primi vagiti rossoblu che non vanno a buon fine, il Vastogirardi comincia a guadagnare campo fino a prendere in mano la zona mediana del campo con Guida autentico faro del gioco della squadra gialloblu. Gli ospiti vanno vicini al gol con due tiri da fermo dello specialista Ruggieri che impensierisce Piga che riesce a disbrigare la pratica rifugiandosi in angolo. Il tempo scorre e si va al riposo con un nulla di fatto. Si torna in campo senza cambiamenti, il Campobasso cerca il gol lampo con l’assalto in massa, ma lascia spazi dove il bravo Guida sfrutta con intelligenza, si guadagna la palla nel cerchio del centrocampo e dal limite fissa l’uno a zero per il Vastogirardi. La squadra rossoblu si sveglia dal sonno e comincia a macinare gioco sulla sponda sinistra dove Vanzan e uno stantuffo inarrestabile, ne guadagna spazi Esposito che può inventare, al suo secondo tentativo il fantasista entra in area e viene affrontato in malo modo da un difensore: il direttore di gara non ha esitazione e indica il dischetto del rigore. E’ lo stesso Esposito a prendersi la responsabilità del tiro dagli undici metri che non fallisce. 1 a 1. Il Campobasso galvanizzato dal pareggio ottenuto si riversa nella metà campo del Vastogirardi che si difende e riesce a ripartire con Guida che mette una palla favolosa sui piedi di Merkaj che solo davanti al portiere non riesce a spingerla in rete. Gol mangiato gol subito. La regola del calcio anche questa volta non si smentisce, e dopo qualche giro di orologio la squadra di Prosperi deve accusare il secondo gol: Vanzan sempre lui sfonda sulla sponda sinistra e mette la palla in area dove Tenkorang colpisce di testa da due metri, il portiere Guerra respinge ma non può nulla sul secondo tentativo del colored. 2 a 1. Il Campobasso dopo il gol del vantaggio non muta la sua azione e continua a spingere e mantiene il Vastogirardi nella propria metà campo. Ma il colpo del ko arriva su una vera genialità di Esposito, che dai trenta metri calcia la sfera di collo piede e s’infila alle spalle dell’esterrefatto Guerra. 3 a 1. Sul doppio vantaggio e a pochi minuti dalla fine il Campobasso gioca sul velluto. Cudini lascia spazio anche a Martino che prende il posto di Fabriani e Zammarchi per Esposito. Prosperi propone Cagnale per Guglielmi, Fraracchio per Minchillo e Gentile per Salatino. Il tecnico del Vastogirardi vuole dare linfa in più in attacco e cercare di recuperare il risultato, ma riesce solo a guadagnare un altro gol a tempo scaduto e la gara termina con il 3 a 2 in favore del Campobasso.

CITTA’ DI CAMPOBASSO 3 – VASTOGIRARDI 2

CAMPOBASSO (4-3-3): Piga, Fabriani (83’ Martino), Vanzan, Brenci, Menna, Dalmazzi, Tenkorang, Candellori, Cogliati, Esposito (84’ Zammarchi), Di Domenicantonio

A disposizione: Raccichini, Sbardella, Martino, Capuozzo, Corda, Pontillo, Caricati, Zammarchi, Sforzini

Allenatore: Mirko Cudini

VASTOGIRARDI (4-4-2): Guerra, Guglielmi (84’ Cagnale), Pacciardi, Mele, Ruggeri, Raucci (82’ Camarà), Minchillo (78’ Fraraccio), Pesce (70’ Acunzo), Merkaj, Guida, Salatino (82’ Gentile)

A disposizione: Tzafestas, Lucarino, Perrino, Ziroli, Cagnale.

Allenatore: Fabio Prosperi

Arbitro: Bonacina di Bergamo

Marcatori. 48’ Guida, 63’ e 76’ Esposito, 71’ Tenkorang, 90’ + 3’ Cagnale.

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.

error: Il contenuto è originale e coperto da copyright.