PRECISAZIONE DEL COMITATO REGIONALE DEL MOLISE

Condividi

In merito alle doglianze della Società Miranda Futsal Femminile, lo scrivente Comitato ritiene opportuno precisare che nella giornata di venerdì 25 febbraio dopo che era stata predisposta, more solito, l’organizzazione della finale di calcio a 5 Femminile tra Miranda e Venafro da disputarsi presso il palazzetto di Isernia, allo stesso modo di quanto disposto per la Finale di Calcio a 5 Maschile il 19 febbraio presso il palazzetto di Miranda, purtroppo, a meno di 24 ore, nella giornata di venerdì il comune di Isernia comunicava l’impossibilità dell’utilizzo della struttura per sopraggiunte problematiche relative all’agibilità dello stesso.
Il C.R. Molise dopo aver vagliato la possibilità di disputare la Finale in altra sede che avrebbe comportato ulteriori problematiche relative anche all’ordine pubblico, nella tarda serata di venerdì la società del Venafro, con grande fair play, dava parere favorevole alla disputa della gara in casa del Miranda; si è reso necessario aspettare sabato mattina giorno della gara per poter avere da parte della Questura di Isernia parere favorevole.
Il C.R. Molise precisa inoltre che l’organizzazione è stata curata dal Comitato con la collaborazione della Società Miranda.
In riferimento alla visibilità mediatica, il C.R. Molise ha sempre sostenuto qualsiasi iniziativa sul territorio volta a incrementare l’attività di calcio femminile , non ultima quella di azzerare, oramai da qualche stagione, i costi della tassa di iscrizione al campionato.
Nel caso di specie, come di consueto, anche in quest’occasione il C.R. Molise ha inviato il comunicato stampa a tutti gli organi d’informazione sollecitandoli anche telefonicamente, purtroppo, probabilmente, le avverse condizioni atmosferiche hanno creato qualche disagio.

Il Presidente: Piero Di Cristinzi


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.