30 Gennaio 2023

MOLISANA MAGNOLIA, TRASFERTA A RAGUSA PER PROSEGUIRE NEL PERCORSO DI CRESCITA

4 min read

Un tiro in sospensione di Battisodo

Milapie prova la conclusione

Due le ex (una per parte): tra le campobassane Kacerik, ancora ai box, tra le siciliane, in una fase di netta risalita, Ostarello

LA Coach Mimmo Sabatelli indica le priorità: «Limitare i loro riferimenti e creare loro problemi col nostro attacco»

 Il penultimo impegno del mese di gennaio, la chiusura del trittico terribile di questa prima fase del girone di ritorno in una trasferta che è anche una consuetudine di ben altre temperature – nello specifico estive – per i #fioridacciaio.

La Molisana Magnolia è proiettata sulla trasferta più a Sud della sua stagione, quella siciliana a Ragusa nello scenario del PalaMinardi. Forte del bel successo sul Sesto San Giovanni, il quintetto di coach Mimmo Sabatelli è pronto a confrontarsi contro un team – quello ibleo – che ha mutato guida tecnica in corsa (passando da Mirko Diamanti al coach dell’Italbasket rosa Lino Lardo), centrando sei successi nelle ultime otto gare (tra cui quello interno con la Virtus Bologna) ed inserendo nel proprio roster un innesto del calibro dell’ala lituana Laura Juskaite.

GRUPPO SERENO Dalla loro, le campobassane arrivano alla contesa «con grande serenità e tranquillità – spiega lo stesso trainer – al culmine di una settimana, come al solito, molto intensa ed importante. Andiamo ad affrontare la gara consapevoli che sarà un confronto per nulla semplice, come del resto gli altri, ma proveremo a fare la nostra partita, continuando sulla scia di quanto di buono mostrato nell’ultimo periodo».

EX INDISPONIBILE Da un punto di vista fisico, così come nel match di domenica scorsa contro Sesto San Giovanni, le campobassane non avranno nelle rotazioni Martina Kacerik (ex di giornata al pari, sul fronte delle isolane, di Samantha Ostarello), mentre per il resto non si segnalano particolari problematiche in seno all’organico campobassano.

AVVERSARIA IN VISTA Del resto, con diciotto punti all’attivo (gli stessi delle campobassane), la formazione isolana sta proseguendo la sua risalita nel ranking della massima serie.

«Per qualità delle singole e valore complessivo del roster, meritano tutt’altra posizione rispetto all’attuale e sono certo che alla lunga usciranno fuori per andare a proiettarsi nelle zone alte della classifica lottando sino in fono per una posizione di maggior respiro».

INSIDIA PALAMINARDI A spingere le iblee, peraltro, anche il caloroso pubblico del PalaMinardi. «In casa riescono a dare quel qualcosa in più. Coi risultati ottenuti e con l’entusiasmo della propria tifoseria, le qualità delle siciliane si amplificano e faranno di questa gara un incrocio difficilissimo».

RICORDI FELICI Primo episodio stagionale di questo confronto quello dello scorso 16 ottobre, quando all’Arena, le rossoblù si imposero di due risalendo, negli ultimi due minuti e mezzo, da un difficile meno dodici con il canestro decisivo figlio di un coast to coast da applausi della top scorer della Techfind Serie A1 Robyn Parks.

«Senz’altro – ricorda a posteriori lo stesso coach Sabatelli – quella è una gara che resterà nella storia per il modo con cui portammo a casa il referto rosa, ma ora, davanti a noi, avremo una situazione totalmente differente con una squadra rodata che ha ritrovato entusiasmo e che è determinata a testimoniarlo anche in questa circostanza».

PIANO PARTITA In tal senso, a livello di condotta tattica, al PalaMinardi le campobassane, sulla scia della loro identità prioritaria, dovranno, per il proprio tecnico «limitare Ragusa con una difesa attenta sia sulle esterne, in particolare Romeo, Consolini ed Attura, che sulle lunghe, in particolare Anigwe. Dovremo cercare di limitarle al meglio, provando invece a creare problemi con il nostro attacco».

FISCHIETTI IN ROSA Con palla a due prevista per le ore 18 della penultima domenica del mese di gennaio e diretta in esclusiva su Lbftv, la piattaforma streaming in modalità pay della Lega Basket Femminile, il match tra Ragusa e La Molisana Magnolia Campobasso sarà affidato alle cure di una terna mista composta dal veneziano Giacomo Dori supportato da due direttori di gara ‘in rosa’: ossia l’estense Rebecca Di Marco e l’altra romagnola Alma Pellegrini di Cesenatico.

SUPPORTO TECNICO Il club del capoluogo di regione, peraltro, è stato tra i partner di una due giorni di promozione – tra mercoledì e giovedì – del wheelchair basket tra Termoli e Campobasso, ospitando sul parquet del PalaVazzieri la seduta di allenamento dell’Amicacci Giulianova del coach Carlo Di Giusto (peraltro anche commissario tecnico della nazionale italiana) e, mettendosi in vista, anche nell’appuntamento di promozione al PalaUnimol con gli interventi di coach Mimmo Sabatelli e delle giocatrici del roster della prima squadra Stefania Trimboli, Anna Togliani e Gabrielė Narvičiūtė.

CREMA IN ANTICIPO Nel frattempo, c’è da registrare anche una variazione di data per il confronto della ventiduesima giornata: il match all’Arena contro Crema. Complice il turno infrasettimanale dell’8 marzo, la gara tra i #fioridacciaio è le lombarde è stata anticipata da domenica 5 alle 18 a sabato 4 alle ore 20.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.