13 Giugno 2024

LA MOLISANA MAGNOLIA, VIA AI PLAYOFF: PER I #FIORIDACCIAIO L’INCROCIO CON SCHIO

4 min read

Di Meglio sarà head coach nella circostanza

Gara due venerdì all’Arena. Eventuale bella a Pasquetta in Veneto. Le scledensi sono reduci dal fresco exploit in Coppa Italia

Sabatelli ai box per malanni di stagione, Di Meglio head coach. Il trainer: «Fluidità muovendo la palla in attacco»

La lunga australiana Lauren Scherf

 Un inizio anticipato rispetto agli altri club in lizza per lo scudetto, complice il raggiungimento della Final Four di Eurolega di Schio, che ha riportato l’Italia del basket femminile nell’ultimo atto della massima competizione continentale, ventuno anni dopo l’ultima presenza tricolore con Parma.

A poche ore dalla chiusura della Final Eight dell’Arena vinta proprio dalle scledensi e che ha visto La Molisana Magnolia Campobasso uscire ai quarti per mano della Virtus Bologna, i #fioridacciaio tornano sul parquet per andare ad affrontare, in esterna, domani sera (martedì 4 aprile) con palla a due alle ore 20 la corazzata veneta. Proprio al PalaRomare, tra l’altro, poco più di un mese fa (era il 26 febbraio) le rossoblù crearono più di una difficoltà alle venete, impostesi solo al fotofinish (65-62) grazie ad una tripla siderale di Mabrey. 

DI MEGLIO GUIDA Già particolarmente influenzato alla vigilia della sfida di venerdì scorso in Coppa, il coach delle magnolie Mimmo Sabatelli ha dovuto alzare bandiera bianca e così a guidare la squadra in Veneto sarà il suo assistente Vincenzo Di Meglio.

«Sappiamo di dover scendere in campo prima degli altri nostro spirito – spiega alla vigilia il trainer, nello staff anche della nazionale maschile under 18 – è quello di voler far bene, ben consapevoli del valore della nostra avversaria. Senz’altro, a livello ideale, noi allenatori vorremmo sempre qualche giorno in più per preparare le contese, però questo è il calendario e, di fatto, non è che il corso degli eventi, rispetto al cammino di un’intera stagione, può radicalmente mutare in attimi di tempo».

AVVERSARIA IN ASCESA Dalla loro, le venete affidate al coach greco Georgios Dikaioulakos hanno dimostrato la notevole capacità di crescere momento dopo momento nel corso della stagione, come testimoniato anche dalla tre giorni campobassana.

«Ritengo che il livello di Schio attuale – aggiunge Di Meglio – sia concretamente adeguato alla posta in palio. La Final Eight di Coppa Italia ha dimostrato, semmai, che devono essere le avversarie a dover crescere ulteriormente. Le scledensi hanno tutto, a mio avviso, per dire la loro sia nei playoff scudetto che nella Final Four di Eurolega, dove hanno riportato il nostro basket, assente in questo contesto dal 2002».

GRUPPO CONCENTRATO Sul fronte campobassano, invece, il polso della situazione, nelle parole del tecnico rossoblù, è ben preciso.

«Come tutti i finali di stagione – argomenta – ci si portano dietro gli strascichi dell’intera annata. Da sabato abbiamo ripreso ad allenarci senza particolari problematiche, eccezion fatta per quella che è l’assenza di Mimmo (coach Sabatelli, ndr), mettendoci tanta determinazione. Sia fisicamente che mentalmente siamo già pienamente in clima contesa».

ASPETTO TATTICO Da un punto di vista del piano partita, per Di Meglio «difficile parlare di sabbia da inserire nei loro ingranaggi. Da parte nostra, sarà determinante evitare alcune situazioni. In attacco non dovremo essere statici, ma cercare di far muovere la palla quanto più possibile, variando le soluzioni così da garantirci maggiore fluidità. In difesa, invece, non dovremo concedere loro punti facili. Più in generale, per quello che è il loro organico, non c’è una specifica giocatrice da limitare perché ne hanno tante altre che possono accendersi facilmente».

SWEET MEMORIES Magari, nella testa delle molisane, può essere uno spunto il match di ritorno in campionato in cui le campobassane riuscirono ad imbrigliare, e non poco, le orange.

«Nel corso della regular season – chiosa Di Meglio – ci sono delle gare cuscinetto e probabilmente quella lo è stata per loro, tanto più in un periodo chiave del cammino in Eurolega. Però i playoff sono sempre un discorso a sé e danno ulteriori motivazioni che senz’altro si faranno sentire anche sul fronte scledense».

STREAMING E FISCHIETTI Il confronto del PalaRomare sarà trasmesso in diretta streaming in modalità pay su Lbftv, la specifica piattaforma di Lega Basket Femminile, con direzione arbitrale affidata ad una terna mista composta dal triestino Enrico Bartoli, dal pesarese Jacopo Pazzaglia e dalla faentina Chiara Bettini.

LA FORMULA I quarti di finale dei playoff, così come le semifinali e la finale scudetto saranno all’insegna di serie al meglio dei due successi su tre gare. Nel caso di questo incrocio, gara due sarà in programma venerdì sera 7 aprile alle ore 20.30 all’Arena con eventuale terzo match il giorno di Pasquetta (il 10) alle 20 in Veneto. Per la vincente, nel novero della parte bassa del tabellone, ci sarà l’incrocio in semifinale con chi uscirà con il successo dall’incrocio tra Venezia e Ragusa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso