Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Isernia, Minichiello: “Se riprendere significa niente pubblico, meglio concludere qui la stagione”

2 min read
Condividi

Tornare in campo o concludere qui la stagione? Dalla Serie A fino ai campionati minori, le posizioni sono divergenti. Con il passare dei giorni, però, sembra sempre più difficile ipotizzare che ad essere coinvolti in una eventuale ripresa possano essere quei campionati regionali privi – secondo le prime stime – di adeguati programmi di sicurezza. In casa Isernia, dopo una stagione tra alti e bassi ma comunque in linea con i programmi di inizio stagione, si osserva con la massima prudenza. “Difficile fare previsioni, è davvero tutto così complesso – spiega l’attaccante Gianluca Minichiello, tassello giovane e di qualità in una rosa allestita per ben figurare in Eccellenza – in questo momento oltre ad esprimere cordoglio per le tante vittime, posso dire che risponderei presente in caso di ripresa, con l’entusiasmo di chi ama il calcio al pari dei miei colleghi. Chi di dovere farà le sue valutazioni. Al momento ho la fortuna di disporre di sufficiente spazio a casa per allenarmi”.

In Serie A si profila una conclusione dei campionati in piena estate, ipotizzabile una sorte analoga per i tornei molisani?

“Credo sia più difficile. Se ci sarà occasione di tornare in campo, ci faremo trovare pronti. Ma se riprendere significa giocare senza pubblico, probabilmente sarebbe meglio concludere qui la stagione. Il calcio è nostro ma anche e soprattutto di chi lo guarda, Riempire i cuori della gente giocando a porte chiuse mi sembrerebbe una forzatura”.

Dal punto di vista personale vieni da una stagione positiva…

“Sì, non posso lamentarmi. Ho giocato con continuità, tra i titolari e insieme ai miei compagni ho fatto il possibile per ritagliarmi uno spazio in una piazza così importante. Sono soddisfatto, anche per il lavoro portato avanti con uno degli allenatori più bravi in circolazione. Non posso proprio lamentarmi”.

E l’Isernia? Come giudichi la stagione? Doveva essere un anno di transizione, la classifica rispecchia queste aspettative…

“Tutto sommato siamo in linea con i programmi prestabiliti. Poi ci sono stati, come noto, degli alti e bassi sul piano societario che forse ci hanno fatto vivere qualche momento di incertezza. L’obiettivo era la salvezza e stavamo portando a termine questo percorso di crescita, indicato da società e staff tecnico come prioritario nella stagione in corso. Nel caso in cui dovessimo riprendere, saremmo sulla buona strada per il mantenimento della categoria”.

L.L.


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P