Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Il Tre Pini Matese esce dalla ribalta nazionale della Coppa Italia di Eccellenza, ai quarti approda la Torrese

2 min read
Condividi

 

 

Giovanni Cianfagna

Il Tre Pini Matese cede anche in casa alla Torrese e dice addio alla manifestazione tricolore riservata ai vincitori di Coppa Italia di Eccellenza. Si sapeva dalla vigilia che l’impresa si presentava ardua per i pedemontani; proprio in sede di presentazione avevamo detto che la gara sarebbe stata dura quanto la scalata del Mortirolo per un ciclista. Così è stata. I campani si schierano con un 4-3-3 molto offensivo con Di Matteo centrale di attacco supportato nelle corsie esterne da Ricci e Langellotti, mentre gli abruzzesi scendono in campo con il solito modulo 3-5-2 con Puglia e Criscolo terminali di attacco. Parte forte la formazione di Camorani che nel giro di un paio di minuti si rende pericolosa con Ricci e Langellotti. Gli abruzzesi rispondono per due volte con il rientrante Criscolo cui viene anche annullata una rete per fuori gioco intorno al 20’. Poche le emozioni di qui alla fine del primo tempo. Nella ripresa al quarto d’ora Lengellotti si rende pericoloso sfruttando una indecisione del portiere Di Giuseppe ma il suo tiro viene respinto sulla linea di porta da Fuschi. Quindi sono gli ospiti con Di Federico ad impegnare Napolitano e successivamente a passare in vantaggio al 78’ con Mosca che sfrutta un errore difensivo ed infila l’incolpevole estremo difensore campano realizzando la rete che in pratica chiude il discorso qualificazione in favore dei teramani. Passano poco più di cinque minuti e il Tre Pini perviene al pareggio grazie da un calcio di rigore realizzato da Langellotti all’84’e giustamente concesso dal direttore di gara per una vistosa, quanto ingenua, trattenuta di D’Orazio su

Ricci, con il calciatore abruzzese che viene anche espulso dal sig. Vai per fallo su chiara occasione da rete. Negli ultimi minuti con i locali riversati in attacco è protagonista della scena il rientrante Criscolo che si rendersi protagonista con rapidi contropiedi. Proprio su uno di questi al 93’ è lui, Alessio Criscolo, per la gioia del suo procuratore Tiziano Lauducci, a realizzare la rete della vittoria per la formazione di Cristofari. Quindi cala il sipario anche sulla gara di ritorno e la Torrese accede, meritatamente, ai quarti di finale della manifestazione nazionale dove incontrerà la compagine laziale del Real Monterotondo Scalo.

Tre Pini Matese: Napolitano, Valletta (70’ Iannelli), Vecchi, Scognamiglio, Riccio, Santangelo (O. Paolella), Ricci, F. Paolella (64’ Ferrante), Camorani (46’ Ciardiello), Di Matteo Langellotti. A disposizione: Gallone, Di Nardo, Vecchio. All. Cam

orani

Torrese: Di Giuseppe, D’Orazio, Maloku, Petronio, Ferri, Fuschi, Criscolo, Tini (71’ Nepa), Puglia (64’ Mosca), Gelsi (88’ Manari), Di Federico. A disposizione: De Sanctis, Martella, Titianu, Compagnoni, Di Francesco, Esposito. All. Cristofari

Marcatori: 78’ Mosca (T), 84’ rig. Langellotti (TPM), 93’ Criscolo

Arbitro: Leonardo Vai di Iesi

Note: Ammoniti: 15 Riccio (TPM), 34’ Gelsi (T), 38’ D’Orazio (T) 51’ Ciardiello (TPM), 73’ Di Matteo (TPM) 74’ Ferri. Espulso: 83’ D’Orazio (rosso diretto).


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P