Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Il ds dell’Isernia Palmegiano: “Partecipiamo al campionato con lo spirito vincente”

2 min read
Condividi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Pur di navigare controcorrente alla legge dello sport inteso da Pierre de Coubertin, noi partecipiamo al campionato con lo spirito vincente”. Si presenta con queste parole il direttore sportivo della Città di Isernia, Giorgio Palmegiano. “Siamo ‘emigrati’ da Roccasicura per riportare a Isernia un calcio importante e degno del popolo sportivo biancoceleste – continua il DS dell’Isernia -, è stata fatta una programmazione capillare, guardare con interesse alla prima squadra, ma dare a tutti la possibilità di fare sport all’interno del nostro Club, non è un caso che disputeremo tutti i tornei giovanili e in aggiunta il Calcio a 5 e Femminile regionale, si sta creando attorno a questa società un  grande interesse, e noi dobbiamo ricambiare con i risultati, tecnici e sociale”.

Dove può arrivare l’Isernia costruita quest’anno?

“E’ stato costruito un gruppo che sulla carta dovrebbe rispondere positivamente, ma sarà il campo il giudice finale, in sintonia con il Presidente e l’allenatore, abbiamo cercato di dare forma una rosa di calciatori esperti della categoria e ragazzi interessanti, sarà cura del tecnico plasmare una squadra che possa convergere con i nostri obiettivi”.

La scelta del tecnico è stata dettata dall’origine locale?

“Assolutamente no, conoscevamo già Fabio Di Rienzo, che lui sia un isernino doc è un valore aggiunto, la sua scelta è dovuta perché è un tecnico capace e vincente, e con lui vogliamo percorrere questo viaggio con la speranza che al termine si concluda con una festa”.

Siamo alla vigilia della prima gara stagionale aperto al pubblico, si aspetta una grande partecipazione?

“Durante questo lungo stop abbiamo lavorato sodo per creare l’interesse attorno a questa squadra, il nostro intento è riportare l’entusiasmo nel popolo sportivo biancoceleste che manca da tempo, solo ieri abbiamo lanciato la campagna abbonamento, spero che la tifoseria apprezzi il lavoro che abbiamo fatto che faremo in seguito, domenica contro il Pietramontecorvino ci aspettiamo un discreto pubblico, anche perché lo stadio permette di ospitare almeno 600 spettatori in sicurezza Covid-19, le prime vittorie, e lo spero vivamente, daranno origine ad una reazione contagiosa come solo il giuoco del calcio sa produrre, e allora ci saranno problemi per noi come sistemare il pubblico, ma in confidenza spero di averli questi problemi perché vuol dire che stiamo percorrendo la strada giusta”.

 


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P