Eccellenza playoff – L’Agnonese cala il poker al Campodipietra e manda il messaggio all’Isernia.

Condividi

I ragazzi del duo D’Ambrosio-Dell’Oglio ribaltano le previsioni della vigilia e confezionano la partita perfetta costringendo la squadra di Cordone alla prima sconfitta interna stagionale. Crescenzo Picozzi (foto) mattatore della gara. 

 

L’Agnonese non molla la presa. Il sogno della finale playoff si avvera in un primo tempo ragionato e una ripresa fruttifera e ricca di gol. Il Campodipietra bello nel primo tempo, mantiene il possesso palla, va giù come una furia sulla sponda sinistra con Della Ventura aiutato dall’impostazione di Di Lallo. Quando inciampa nel primo ‘incidente’ viene toccato nell’orgoglio, riparte a testa bassa ma non concretizza le azioni da gol, al secondo ‘incidente’ si scioglie come neve al sole. Questo in sintesi cosa è accaduto al ‘Passarelli’ di Campodipietra, dove la squadra di Mario Cordone favorito da due risultati su tre, alla fine sceglie il terzo che l’estromette dalla finale playoff e accusa la prima sconfitta casalinga.

La partita. Il tecnico del Campodipietra schiera a sorpresa Tucci con la maglia numero 9 al posto di Guglielmi, infoltisce il centrocampo con l’idea di mantenere il possesso palla, ci riesce e trova anche lo spazio giusto per pungere la linea difensiva granata con uno scatenato D’Aversa che quando vuole si lascia alle spalle il giovane Pieretton, ma i suoi assist nella zona calda dell’area non vengono mai intercettati dai suoi compagni. L’Agnonese sa soffrire, mantiene unito il gruppo e non si sfalda neanche nella massima pressione del Campodipietra: il palo di Scudieri (fuorigioco), i diagonali di Fazio e Toure bloccati dall’esperto Maggi, sono i soli sussulti del primo tempo.

Si torna in campo con le due squadre decise a rimarcare ciò che avevano mostrato nella prima frazione di gioco. Ma dopo tre giri di orologio la gara cambia volto: Picozzi tenta il tiro da lontano, la palla prende una strana traiettoria che il portiere Colitti riesce a intercettare, ma la sfera si posa sui piedi di Lieggi che di prima intenzione la scaglia alla cieca e gonfia la rete alle spalle del bravo portiere. Il gol subito dà la carica giusta ai ragazzi di Cordone che pressano la squadra granata nella propria metà campo, Della Ventura si mette in proprio e pennella una palla in area che doveva solo essere spinta in porta. Solo qualche giro di lancette e questa volta e Toure a far brillare la palla in area che si perde senza che nessun compagno possa intervenire. L’Agnonese assorbe il forcing e alla prima ripartenza fa il bis con una azione di forza di D’Aguanno che guadagna campo e poi pennella la sfera per Picozzi che non sbaglia. 0 – 2. Cordone corre ai ripari inserendo Guglielmi al posto di Tucci, ma è l’Agnonese a calare il tris, questa volta è Picozzi a mettersi in proprio e sfornare un assist per Pistillo che non sbaglia. 0 – 3. Il Campodipietra colpito psicologicamente, non ci crede più, e giochicchia la sfera con lanci lunghi che per la difesa granata è come una manna caduta dal cielo. Negli ultimi scampoli di partita l’Agnonese trova una prateria davanti a se e prima del quarto gol di Picozzi servito alla perfezione del nuovo entrato Kone, D’Aguanno coglie il palo che avrebbe reso il risultato troppo penalizzante per il Campodipietra.

CAMPODIPIETRA – OLYMPIA AGNONESE 0 – 4

CAMPODIPIETRA: Colitti 6, D’Addario 6, Di Criscio 6 (70’ Sciarretta sv), Di Lallo 7, Scudieri 6.5 (70’ Santoro sv), Toure 5.5, Fazio 5.5, Tucci 5.5 (65’ Guglielmi sv), Colabella 5.5, Della Ventura 7. – All.: Mario Cordone

OLYMPIA AGNONESE: Maggi 6, Pierreton 6.5, Scorza 6.5, Brunetti 7, Pistillo 6.5, Mancino 7, Tizzani 7 (87’ Bruno sv), Pizzulli 7, D’Aguanno 7 (85’ Kone 6.5), Picozzi 7.5, Lieggi 7 – All.: D’Ambrosio.

Arbitro: Scarati (TE) – Assistenti

Reti: 48’ Lieggi, 60’ Picozzi, 70’ Pistillo, 87’ Picozzi.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.