CUS MOLISE, PASSAGGIO DI CINTURA PER GLI ALLIEVI DI KUNG FU

Condividi

Si è chiuso un anno di lavoro e di soddisfazioni per il kung fu al Cus Molise. I giovani allievi dell’istruttore Alfonso Barbarisi hanno sostenuto l’esame per il passaggio di cintura a certificare la grande qualità del lavoro svolto. Un gruppo che negli ultimi dodici mesi è cresciuto sia tecnicamente che numericamente e che ha già delle basi solide sulle quali lavorare in prospettiva futura.  L’esame prevedeva la messa in pratica delle tecniche basilari del kung fu, forme con armi e una parte tecnica a conclusione della prova. Al termine applausi e consensi per tutti con l’istruttore  Barbarisi che non ha nascosto la sua soddisfazione. “Non posso che esprimere la soddisfazione per quanto fatto nel corso di questo anno –  rimarca – sono contento di tutti gli allievi indistintamente. Nonostante le difficoltà che abbiamo incontrato a causa della pandemia che ci ha creato ancora dei problemi, il gruppo ha lavorato con grande qualità, impegno e dedizione. Ci sono stati nuovi allievi che hanno deciso di avvicinarsi a questa disciplina e la cosa mi riempie di orgoglio, abbiamo gettato le basi per la prossima stagione che partirà dopo l’estate con l’intento di ottenere risultati sempre più  importanti. Gli esercizi che sono stati svolti in questo esame sono gli stessi che si portano in appuntamenti agonistici. Al momento le gare si svolgono soprattutto all’estero. Non appena ci sarà la possibilità in Italia organizzeremo una trasferta per confrontarci e misurarci con altre realtà. Sarà un momento di crescita per tutti noi”.

Gli allievi che hanno superato l’esame per il passaggio di cintura, sono: Tiziana Placido, Natalia Figliola, Francesco Ciavarella, Ginevra Giacci, Daniele Petrozzi, Isabella Ramunni, Gabriel Di Rosa, Alida Zita, Kevin Colangelo, Camilla Vecchiarelli, Cecilia Alfano e Marika De Lillo.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.