Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Cus Molise, parte il corso di psicomotricità. Caraccio: “Entusiasta del progetto”

2 min read
Condividi

Il Cus Molise aggiunge un altro importante tassello alle proprie offerte. Dal 16 settembre (il mese sarà gratuito) prenderà il via il corso di psicomotricità tenuto da Gianmarco Caraccio, laureato AMPA all’Università degli Studi del Molise, presso la facoltà di Scienze del Benessere. Un corso rivolto ai bambini dai 3 ai 5 anni che avranno così la possibilità di crescere e migliorare le proprie qualità motorie.

“Sono contento di poter collaborare con una gran bella struttura come quella del Cus Molise – spiega Caraccio – abbiamo dato vita a questo corso per fornire l’occasione ai bambini di questa fascia di età (dai 3 ai 5 anni ndr) di crescere attraverso il gioco sotto tutti i punti di vista accompagnandoli nell’evoluzione della loro personalità mettendo in relazione corpo e mente”. Il corso sarà improntato sulla creazione di percorsi differenti che andranno a sviluppare le capacità motorie e relazionali del bambino. Trattandosi di un corso che rappresenta una sorta di avviamento allo sport, chi lo pratica avrà in futuro la possibilità di saper scegliere la disciplina sportiva che più si addice alla sua personalità e al suo fisico. Il tutto è finalizzato anche a trarre tutti i benefici indotti dall’attività motoria in età evolutiva-preparatoria. “Lavorare con i bambini è una cosa che mi piace – continua Gianmarco Caraccio – vista anche la positiva esperienza che sto vivendo al campus del Cus Molise – sicuramente è una cosa non semplice perché ogni bambino ha un suo carattere e una sua interpretazione dei gesti e delle situazioni. La difficoltà quindi sta nel saper attirare la sua attenzione e focalizzarla su un preciso movimento che per lui è inteso come semplice gioco ma nella realtà porta ad una crescita della personalità e del suo bagaglio motorio”.

Durante il corso saranno utilizzati palla, cerchio, corda, bastone, coni che avranno un ruolo importante durante il gioco e daranno  modo al bambino la possibilità di mettere in relazione il proprio corpo con l’oggetto e con l’ambiente che lo circonda, passando dalla semplice manipolazione dell’oggetto fino al superamento di veri e propri ostacoli con o senza di esso, dando modo al bambino di affrontare nella maniera migliore la sua crescita. “Lavoreremo in totale sicurezza – interviene ancora Caraccio – in una sala ampia e protetta che sarà sanificata al termine di ogni lezione con macchine all’ozono della Bio3Gen. Questo consentirà al bambino di poter sfruttare i propri spazi e di giocare in totale libertà sicurezza


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P