22 Giugno 2024

COPPA ITALIA A1 – Le Final Eight di Campobasso sarà un duello tutto Veneto: SCHIO e VENEZIA

3 min read

Bologna-Venezia (foto Silla)

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 63 – UMANA REYER VENEZIA 78 (21-12, 38-33; 56-61)

BOLOGNA: Pasa 8, Rupert 16, Olbis Andrè 8, Zandalasini 18, Laksa 8; Parker 8, Dojkic, Orsili, Cinili 3, Barberis, Del Pero. All.: Ticchi.

VENEZIA: Pan 4, Fassina 9, Santucci, Shepard 13, Kuier 4; Delaere 16, Madera 21, Yasuma 3, Villa 4, Cubaj 4. Ne: Meldere e Nicolodi. All.: Mazzon.

ARBITRI: Martellosio (Milano), Attard (Firenze) e Ferrara (Ferrara).

NOTE: Progressione punteggio: 15-4 (5’), 26-25 (15’), 45-43 (25’), 58-70 (35’).

Sarà una finale tutta veneta quella della Techfind Coppa Italia di A1, che andrà a chiudere domani (sabato 1 aprile) alle ore 20 all’Arena, le Final Eight di Campobasso. Dopo Schio, è Venezia a prendersi la copertina superando la Virtus Bologna dopo una gara molto intensa.

Di Venezia, peraltro, sono anche i primi punti della contesa, ma Bologna risponde con un break di 8-0 (due triple di Rupert e Zandalasini e canestro di Pasa). Ancora una tripla di Rupert costringe coach Mazzon a chiamarci prontamente time-out. Bologna continua a macinare gioco e va sul 17-4, portando il tecnico lagunare Mazzon a terminare i suoi time-out. Kuier va a segno, poi Delaere si fa valere e Venezia prova con la zona ad imbrigliare l’attacco felsineo, mettendo a segno un parziale di 8-0 con cui le orogranta si riavvicinano sino al meno cinque (17-12). Parker toglia le castagne dal fuoco alle emiliane e le riporta sul più nove (21-12).

L’avvio di secondo quarto è nelle corde di Sara Madera (canestro in post e tripla), ma Zandalasini allontana nuovamente Bologna. Delaere con una tripla porta le lagunari a meno due (24-22). Le venete sorpassano con la tripla di Madera, ma due liberi di Zandalasini ed Olbis Andrè girano l’inerzia nuovamente dalla parte di Bologna che ha una Zandalasini on fire. Shepard riavvicina le sue, ma Cinili allunga nuovamente il gap con Bologna che arriva ad un vantaggio di cinque punti all’intervallo lungo (38-33).

Pasa dà alle V-nere tre possessi di margine (40-33) in avvio di terzo periodo, poi è ancora Rupert ad ampliare il margine, ma Shepard prova a riavvicinare le orogranata. Parker va a segno, poi Shepard riavvicina le lagunari con Fassina che ispessisce il break (45-43). Rupert non ci sta, ma anche Madera giganteggia sotto le plance. Sempre Rupert fa pentole e coperchi per le emiliane con Madera pronta a rispondere presente ed è sempre la livornese a rilanciare le orogranta che, con una tripla di Pan, operano il sorpasso (52-53). Olbis Andrè mette a segno il 54-53, poi Delaere con un’ulteriore tripla, dà il più due alle sue (54-56). Villa mette a segno il più quattro (54-58), poi Delaere con una tripla porta le lagunari sino al più sette (54-61). Rupert fa 2/2 ai liberi, poi Yasuma fallisce il buzzer-beater, ma le veneziane sono avanti di cinque (56-61).

Delaere porta il margine a più sei con un’altra tripla (58-64), poi Cubaj e Madera che prende un rimbalzo su tripla fallita portano il quintetto di Mazzon sul +10 (58-68). Cubaj mette a segno il più dodici (58-70). Zandalasini prova a dare una scossa alle sue, ma il tempo scorre inesorabile. Pan porta nuovamente il margine in doppia cifra dalla lunetta (61-71). Yasuma, con tanta fortuna, mette a segno il più tredici (61-74). Zandalasini riavvicina le felsinee e si fa sentire anche in difesa, ma il gioco da quattro punti di Sara Madera (63-78) chiude di fatto i conti, rimandando a casa Bologna e spingendo Venezia in finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso