Cln Cus Molise, dal brasile arriva il portiere classe 2000 Vinicius Tozarelli. “Contento di poter indossare questa maglia”

2 min read
Condividi

Arriva dal Brasile il portiere classe 2000 Vinicius Tozarelli (foto) che andrà ad affiancare tra i pali del Circolo La Nebbia Cus Molise il connazionale Vinicius Diouf Oliveira. Per Tozarelli quella nel capoluogo di regione sarà la prima esperienza in Italia, in un campionato di ottimo livello come quello di serie A2. Il ventunenne estremo difensore rappresenta un investimento importante per la società che ha nel suo dna la grande capacità di scoprire e lanciare giovani di valore nel futsal italiano. Tozarelli è pronto ad una nuova grande sfida e vuole mettersi in bella mostra nel nostro paese. “Sono molto contento – spiega – di poter giocare in Italia e di essere approdato al Cus Molise. Mi è sempre piaciuta l’idea di poter un giorno mettermi in mostra nel Belpaese e oggi ho questa grande opportunità. Sono felice”.

Arrivi al Cus Molise, squadra composta da giocatori importanti e tanti giovani interessanti. Sei pronto per dare il tuo contributo?

“Sarà per me un grande onore giocare insieme a tanti calcettisti di valore assoluto. Sono pronto, arrivo a Campobasso con grande entusiasmo e con la voglia di dare un grande contributo alla causa rossoblù”.

Lo scorso anno il Cln Cus Molise ha raggiunto traguardi importanti:  playoff e final eight di coppa Italia. Credi si possa ripetere una stagione del genere?

“La squadra del Cln Cus Molise è stata protagonista di una grande stagione lo scorso anno. L’aspettativa è sempre quella di fare meglio anche se non sarà facile. Con lavoro e sacrificio cercheremo di arrivare il più in alto possibile”.

Cosa prometti ai tuoi nuovi tifosi?

“Prometto il massimo impegno, grande dedizione e molta ambizione”.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.