Direttore responsabile: Alfonso Sticca

Città di Isernia Fraterna Roccasicura, un progetto di squadra ben definito, che entusiasma la tifoseria

2 min read
Condividi

Scommettiamo sulla neonata società pentra Città di Isernia Fraterna Roccasicura e Aurora Alto Casertano?

E’ questo, al momento, l’argomento più gettonato dell’ennesima caldissima estate del mercato calcistico del campionato di Eccellenza molisano. In vista della preparazione precampionato, le due società non si risparmiano nel tesserare elementi navigati del torneo e giovani promesse. Il Club isernino, dopo la rivoluzione societaria, si è dato il progetto impiantato sull’ossatura del Roccasicura, come contorno ragazzi di sicuro affidamento. Il primo passo del presidente Traisci, assecondato dal ds Palmigiano, è stata la scelta del tecnico e, la scelta è andata in direzione di un isernino doc: Fabio Di Rienzo, che lo scorso anno ha guidato la rappresentativa juniores regionale. Dal si del tecnico, poi la strada è stata tutta in discesa, anche se la dirigenza ha ancora in serbo qualche acquisto da riscaldare ancora di più la tifoseria biancoceleste. Al momento Di Rienzo può fare affidamento sull’esperienza di Sabatino nella linea difensiva, di Mingione a dirigere l’orchestra davanti alla difesa e Calcagni come risolutore nell’area di rigore avversaria. Ma a questi calciatori di qualità ci sono dei valori aggiunti non di poco conto, come Pettrone, attaccante di fascia, che il Vastogirardi voleva confermare a tutti i costi nel torneo di serie D, a fare spalla a Calcagni è stato chiamato Lombardi, punta mobile che sa guadagnarsi la palla anche lontano dall’area di rigore e dell’altro attaccante Di Gregorio che conosce benissimo il campionato molisano visto le sue presenze con Roccaravindola, Macchia, Alife, Venafro e chiudere con l’Aurora Alto Casertano, portando in dote 19 gol. Non possiamo tacere su chi andrà a difendere la porta biancoceleste, quel Maggi che già aveva vestitola casacca biancoceleste e non si era lasciato bene con la tifoseria, ma oggi è tutto dimenticato: come il ritorno del figliol prodigo. Il duo Traisci-Palmigiano dopo il primo slancio, ha ripreso fiato e ha dato fiato di nuove alle trombe e i suoni sono arrivati fino a Fabio Savone, che non ha resistito al richiamo, centrocampista di spessore e tecnica, lo dichiara il suo palmares: Primavera del Frosinone, titolare della nazionale under 17 e 18, e punto fermo del Pomezia, Isola Liri. Non di secondo piano la conferma di Gianlorenzo Di Giulio, da due anni al Roccasicura e di Lorenzo Napolitano che ha alle spalle una esperienza nel campionato gallese. Una campagna acquisti di valore, anche se i buoni informati dicono: non finisce qui. Oggi siamo di fronte ad un progetto di squadra ben definito, da verificare sul campo, ma questa è tutta un’altra storia.

 

 


Condividi
Sviluppato da Use Your Brain

Partita I.V.A. 01770350708 e Iscrizione al registro stampa n. 726/2020 del 30/06/2020 presso tribunale di Campobasso n.2/220

Copyright © Corrieresport.it 2020

Direttore Responsabile Alfonso Sticca Telefono: 3804334618

P