Calcio Serie D. Il tecnico Cudini ai suoi: non guardate la classifica. D’Adderio-Esposito: c’è la sfida tra sammartinesi.

2 min read
Condividi

L’ex rossoblu Fulvio D’Adderio vuole fare lo sgambetto alla capolista, ma il suo paesano Esposito…..

Della gara tra il Campobasso e la Vastese c’è poco da dire, se non ricordare i tanti scontri e non solo in campo. La forbice della classifica è talmente ampia che dovrebbe far dormire sonni tranquilli la squadra di Cudini. Invece, non è così. Per la candidata al salto di categoria nessuna gara è facile, perché nell’altra metà del campo c’è una squadra che al cospetto della capolista non vuole sfigurare e soprattutto incamerare punti salvezza. I rossoblu devono dare continuità agli ultimi risultati per rafforzare la vetta: tre punti in più e una partita in meno. I giallorossi adriatici sono lontani dalla soglia salvezza e faranno di tutto per uscire dal Selva Piana almeno con un punto. Due obiettivi diversi, ma uniti da un unico scopo: incamerare più punti possibili. Del Campobasso, ormai conosciamo pregi e difetti. Più pregi che difetti se andiamo ad analizzare il cammino fatto finora. Ha saputo reagire quando doveva reagire. Da cosa è dovuto, non lo sa il tifoso e non lo sa chi racconta del team rossoblu. Lo sa, invece, il team tecnico e societario. E questa è una cosa buona. Della gara di domani possiamo solo presumere che il tecnico si affida alla massima: squadra che vince non si cambia. E se la tesi viene sposata, mister Cudini dovrebbe mantenere l’undici che domenica scorsa ha ridimensionato le velleità del Castelnuovo Vomano con un rotondo 4 a 0, con l’unica novità del rientro di Dalmazzi a fianco di Menna. Della Vastese dell’ex rossoblu Fulvio D’Adderio, si sa che dopo un lungo stop è stato sconfitto in casa dal Matese che ha incamerato il 15 risultato utile consecutivo. Si sa che dopo i fermi obbligati dal Covid non è mai facile riprendere il ritmo gara, se ne accorto anche il Campobasso che ha stentato a riprendere il ritmo campionato. Ma di una cosa possiamo essere sicuri che la squadra di D’Adderio non verrà a fare la comparsa, cercherà di mantenere incolume la porta difesa da Boccanera. Occhi puntati su Momona, un ragazzo del 2002 che sa bene incunearsi all’interno della difesa con i suoi dribbling e continue sterzate.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.