Calcio Serie C – Merola e Sciacca, che spettacolo. Il Campobasso s’inchina al Foggia.

l'esultanza del pubblico rossoblu dopo il gol di Bontà

Condividi

 

 

 

 

 

(foto: Bontà festeggia dopo il gol, a lato l’indecisione di Raccichini e Pace sul gol di Merola).

Il Foggia concretizza la vittoria con un secondo tempo da manuale del calcio del maestro Zdenek Zeman.

 FOGGIA. Se il fine di una squadra è far divertire il pubblico, Foggia e Campobasso hanno fatto il loro dovere. Perché hanno offerto una gara bella, veloce, ricca di emozioni e di gol conditi da errori di posizione. E’ il calcio che ci piace, anche se poi alla fin fine se arrivano anche i tre punti la soddisfazione è doppia. E i satanelli di Zeman alla fine mettono in cassaforte una vittoria che non fa una grinza che suggellano la seconda ‘manita’ consecutiva.  Cudini non si spaventa di fronte al maestro Zeman e accetta l’uno contro uno, dove tutto può accadere, perché al minimo errore il gol è dietro l’angolo. E così, a iniziare la sagra degli errori è il Campobasso, quando Raccichini e Pace non s’intendono e Merola ne approfitta per depositare la palla nella porta sguarnita. La gara si mantiene vivace. Il Foggia si crea qualche palla gol non sfruttata al meglio, ma è il Campobasso ad avere la ghiotta occasione per pareggiare con Tenkorang che solo davanti al portiere appoggia a Rossetti finito in fuorigioco. Il gol del Campobasso è solo rimandato, perché Liguori, vera spina nel fiango del Foggia, pennella due palloni che devono essere solo spinti in rete, il primo fallito da Pace, il secondo sfruttato al meglio da Bontà con la specialità della casa: capocciata e palla alle spalle del portiere Dalmasso. Negli sgoccioli dei secondi finali del primo tempo, Rossetti si riscatta su qualche errore iniziale e con il sinistro pennella un diagonale perfetto. 2 a 1 per il Campobasso.

Si torna in campo con il Foggia a rimettere in gioco la palla, sfera che rotola sui piedi di Merola che fulmina Raccichini. 2 a 2. Nei 15minuti successivi del pari il Foggia mantiene viva la gara con continui accelerazioni e il Campobasso non riesce ad arginare la manovra dei satanelli che trovano il vantaggio con Sciacca. Il sorpasso dà entusiasmo al Foggia che continua nel suo forcing indiavolato e le occasioni da gol arrivano a iosa senza concretizzare con Ferrante che non trova lo specchio della porta. Ma in zona ‘Cesarini’ il nuovo entrato Garofalo mette al sicuro la vittoria con un tiro di potenza che Raccichini non riesce a trattenere. E neanche il tempo di prendere fiato che il Foggia colora la sua prestazione con il quinto gol che porta la firma di Curcio.

FOGGIA – CAMPOBASSO 5 – 2

FOGGIA (4-3-3): Dalmasso; Garattoni (46’Martino), Sciacca (46’ Nicolao), Di Pasquale, Rizzo; Rocca, Petermann, Di Paolantonio (83’ Gallo); Merola, Ferrante ,Curcio – A disposizione: Volpe, Girasole, Maselli, Rizzo Pinna, Tuzzo, Vitali, Turchetta – Allenatore: Zdenek Zeman

CAMPOBASSO (4-3-1-2): Raccichini; Fabriani (80’ Sbardella), Menna, Dalmazzi, Pace (80’ Merkaj); Tenkorang, Bontà, Persia (73’ Vanzan); Candellori; Liguori (72’ Bolsius), Rossetti (50’Emmausso). A disposizione: Zamarion, Coco, Nacci, Ladu, Martino, Di Francesco, Lombari,  – Allenatore: Mirko Cudini

Arbitro: Ancora di Roma 1

RETI. 4’ e 47’ Merola, 19’ Bontà, 45’ + 1’ Rossetti, 63’ Sciacca, 87’ Garofalo, 90’ + 5’ Curcio.

 

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.