Calcio regionale. Le ipotesi di ripartenza e giungere al termine senza stress

2 min read
Condividi

Il calcio regionale è di fronte ad una scelta coraggiosa. Proseguire l’attività nonostante le insidie del Covid-19 o attendere tempi migliori. La nuova normativa emanata dalla Figc supportata dalla nota esplicativa della LND, senza rifletterci su un istante, è inapplicabile per le società che a malapena si reggono in piedi dopo il deserto di sponsor che si è creato dal mese di marzo e consolidato negli ultimi mesi. L’impegno di risorse: tamponi entro le 48 ore dall’inizio della gara, la disinfestazione degli spogliatoi e l’impegno del medico sociale. Spese che solo a pensare viene la pelle d’oca, per non accrescere la dose con la responsabilità penale del presidente. Il Cr Molise non prenderà mai una decisione di ripartire senza avere avuto il consenso dalla maggior parte delle società, prima riprogrammare la stagione e poi ripartire. In Eccellenza per giungere alla conclusione del campionato devono essere giocate ancora 24 gare, considerando positivamente la ripartenza nella prima domenica di febbraio si arriverebbe alla fine del mese di luglio, con alcune gare infrasettimanali, si potrebbe concludere nella prima quindicina di luglio. Lo stesso discorso si potrebbe ipotizzare per il Campionato di Promozione. Ipotesi non attuabile per la Prima Categoria, società costruite in casa, con calciatori come soci, e di conseguenza chiedergli di disputare le gare di mercoledì o giovedì si rischierebbe di fare scomparire più qualche società. C’è di più che nella Prima Categoria ci sono squadre che non hanno all’attivo nessuna gara. Per disputare il campionato di Prima Categoria senza ansia, bisognerebbe azzerare tutto e trasformare i due gironi in tre, rispettando la vicinanza. Sarebbe una ipotesi attuabile con il consenso di tutte le Società. C’è la necessità di chiudere la stagione sportiva con il minor stress possibile e rimettersi in carreggiata, considerando il momento no. Periodo che bisogna gestire, collocando come priorità la salute e poi il divertimento.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.