Calcio regionale. Il tesseramento per i calciatori svincolati e liberi, slitta dal 31 marzo al 15 aprile

2 min read
Condividi

Dalla accettazione da parte del CONI che alcuni campionati regionali, come il Campionato di Eccellenza, riveste interesse nazionale, e che i calciatori tesserati con le società rinunciatarie sono inserite o su richiesta, nella lista di svincolo, considerato i tempi ristretti, la Figc ha prolungato la scadenza del tesseramento dal 31 marzo al 15 aprile.  

I campionati di Eccellenza Maschile e Femminile e i Campionati di Serie C/C1 di Calcio a 5 Maschile e Femminile, riconosciuti dal CONI di preminente interesse nazionale, è disposta la ripresa della stagione sportiva 2020/2021, nel rispetto della autonomia organizzativa riconosciuta alla Lega Nazionale Dilettanti secondo i format individuati dai Comitati Regionali LND. Non essendo obbligatoria la partecipazione alla prosecuzione dei stessi campionati succitati, per le società rinunciatarie non sono previste retrocessioni nelle categorie inferiori e manterranno comunque il titolo sportivo riferito alla categoria.

I calciatori/calciatrici tesserati/e con le società rinunciatarie saranno:

 1) svincolati/e in presenza delle condizioni o a fronte delle richieste di cui agli artt. 32 bis e 108 delle N.O.I.F. in deroga alle modalità e tempistiche ivi previste. In tali casi:

  1. a) le istanze di cui al comma 2 dell’articolo 32 bis dovranno in ogni caso pervenire al Comitato di appartenenza entro e non oltre il 6 aprile 2021;
  2. b) il deposito degli accordi di svincolo ex art. 108, presso i Comitati di competenza, dovrà pervenire entro e non oltre il 2 aprile 2021 (ore 19.00). Gli Organi federali competenti provvederanno allo svincolo a far data dal 6 aprile 2021;

2) trasferiti/e a titolo temporaneo fino al 30.06.2021 ad altra società che prosegue nella medesima competizione la stagione sportiva, a semplice richiesta congiunta di quest’ultima e del calciatore/calciatrice.

3) In deroga all’art. 103 bis delle N.O.LF., e a semplice richiesta della società cedente o del tesserato/tesserata, è inoltre consentita la risoluzione unilaterale di trasferimenti a titolo temporaneo nel solo ambito dilettantistico di calciatori/calciatrici già tesserati/e per le società che non riprendono l’attività nella stagione sportiva 2020/2021, al fine di consentire agli stessi e alle stesse il rientro alla originaria società cedente che, viceversa, ha deciso di proseguire l’attività. Nel caso in cui la società cedente non riprenda l’attività, il calciatore o la calciatrice potrà rientrare alla stessa società ed essere trasferito ai sensi del procedente punto 2.

In data odierna la Lega Nazionale Dilettanti ha recepito, con propri Comunicati Ufficiali, le delibere della FIGC (che saranno sottoposte a ratifica nella prima riunione utile del Consiglio Federale) relative all’interruzione definitiva delle competizioni organizzate dalla LND a livello territoriale, alla prosecuzione delle competizioni LND di “preminente interesse nazionale” e all’ulteriore differimento dei termini di tesseramento nell’ambito delle attività della LND. Questi ultimi vengono prorogati al 15 aprile 2021.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.

error: Il contenuto è originale e coperto da copyright.