Calcio Eccellenza – L’Isernia travolge il Castel Di Sangro (9-0) e si prende il secondo posto

Nicola Panico festeggia con i compagni i 45 gol in campionato.

Condividi

I biancocelesti sommergono di gol la squadra abruzzese. La goleada viene firmata da Panico ( che mette a segno cinque reti),  Mingione, Ercolano, Vitale e Negro.

 CITTÀ DI ISERNIA S. LEUCIO 9 – CASTEL DI SANGRO CEP 1953 0

(primo tempo 2-0)

 CITTÀ DI ISERNIA SAN LEUCIO: Amoroso (54′ Patullo), Di Giulio, Mingione (78′ Pirollo), Di Lullo (56′ Baba), Vallefuoco, Barile, Ercolano(84′ Cristina), Soria, Negro, Panico, Coia (54′ Vitale). All. De Bellis

CASTEL DI SANGRO CEP 1953: Gioia, Balzano, D’Amico F., Cioffi, Gentile (61′ Carlini), Mazzocco,Consalvo (46′ Sammarone), Spagnuolo, Zappa, D’Amico M., Lombardi (58’Rea).All. Bernardi

ARBITRO:Matarese di Termoli (Palumbi-Azzariti)

RETI: 3′,46′,52′, 71′  e 89′ rig. Panico, 41′ Mingione, 50′ Ercolano , 63′ Vitale, 84′ Negro

NOTE: All’81’ espulso Rea. Ammoniti Di Lullo e Panico(CDISL);

 

ISERNIA.  Partita a senso unico. L’ Isernia passeggia con il Castel Di Sangro che appesantisce ancora di più la sua posizione in classifica. I biancocelesti sommergono di gol la squadra di Bernardi che subisce inerme la netta superiorità tecnica degli avversari. La goleada viene firmata da Panico che mette a segno ben cinque reti di cui una dal dischetto nei minuti finali del match. Il bomber napoletano guida così la classifica marcatori con 45 reti. Vanno a segno anche Mingione, Ercolano, Vitale e Negro. La vittoria consente all’Isernia di balzare al secondo posto in classifica scavalcando l’Olympia Agnonese e portando a cinque i punti di distacco con la capolista Termoli.

E’ Di Lullo a scaldare i guantoni di Gioia con un tiro dalla distanza. Qualche istante più tardi i biancocelesti passano in vantaggio con Panico che supera il portiere e deposita in rete. Quattro minuti dopo il bomber  di testa sfiora il raddoppio e al 19′ manda alto sopra la traversa. I biancocelesti si riversano nella metà campo avversaria alla ricerca del gol del raddoppio. Alla mezz’ora Negro tenta l’incornata vincente, ma  non inquadra lo specchio. Panico su punizione prova a spaventare Gioia. Al 37′ l’estremo difensore abruzzese respinge la conclusione su palla inattiva del numero dieci biancocleste, Di Lullo tenta il tap-in ma la rete viene annullata per una presunta posizione di off-side. Al 41′ il raddoppio porta la firma di capitan Mingione che insacca nell’angolino alla destra  di Gioia. Il numero uno abruzzese respinge il tiro di Panico, ne approfitta Negro che manda alle stelle.

Anche la ripresa inizia nel segno dei biancocelesti che infilano il tris con Panico dopo neanche un giro di lancette. Al 50′ l’Isernia cala il poker con Ercolano e due minuti piu’ tardi la quinta rete arriva con il solito Panico che lasciato indisturbato , s’invola verso la porta e fulmina Gioia. A mettere a segno il sesto gol ci pensa  Vitale. Difesa di burro del Castel di Sangro, il  tiro al bersaglio continua con Panico e Negro.  All’81’ gli abruzzesi restano in dieci. Rea si becca il rosso diretto per aver rivolto qualche parola di troppo al direttore di gara che all’89’ decreta il penalty per un fallo di mano  in area di  Balzano. Sul dischetto si presenta bomber Panico che non fallisce. E’ l’ultima emozione di un match senza storia.

Nel prossimo turno in programma sabato 16 aprile, i ragazzi di mister De Bellis saranno impegnati in trasferta contro il Bojano, mentre gli abruzzesi ospiteranno il Gambatesa.                                                                                                                                 Giu.Cri.

 

 

 

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.