8 Febbraio 2023

CALCIO ECCELLENZA – Il Città di Isernia regina del mercato di dicembre e ora guarda lontano.

2 min read

IL CITTA' DI ISERNIA

IL CITTA’ DI ISERNIA

Il club biancoceleste punta lo sguardo in due direzioni: al campionato e al prolungamento della stagione per gli spareggi tra le migliori seconde.

 Iniziamo il nuovo anno con una panoramica sul mercato di dicembre, su una società in particolare, il Città di Isernia, che nonostante tutto il trambusto che ha provocato per l’eliminazione dalla Coppa Italia e la rincorsa al forte Campobasso, non si è arreso, anzi ha aumentato la scommessa. In giro non ci sono dei campioncini che possono cambiare il volto della squadra, ma su richiesta dell’allenatore si è andato a coprire i reparti lasciati scoperti dai partenti e qualche puntello che rafforza la rosa per gli straordinari e il prolungamento della stagione. Il club biancoceleste riparte con il duello a distanza con il Campobasso 1919, che dovrebbe avere la svolta decisiva il 19 febbraio, il giorno verità, il palcoscenico è ancora da scegliere, il club biancoceleste ha dirottato le sue gare interne sul manto erboso di Cerro a Volturno per le difficoltà del terreno di gioco di ‘Le Piane’. Ma procediamo con ordine. Nei giorni di mercato, il Città di Isernia è stato il club più dinamico, tra uscite e entrate ha provocato un mezzo terremoto al suo interno e anche nelle altre società liberando alcuni pezzi da novanta. La grande rivoluzione guarda in due direzioni: al primo posto del girone e alla possibile cavalcata tra le migliori seconde classificate, come era successo lo scorso anno. L’entrata in scena, nel team tecnico, del ds Santanastaso (ex Alto Casertano e Termoli 1920) ha fatto vestire la casacca biancoceleste a De Martino, colonna portante della promozione in Serie D del Termoli 1920. L’attaccante si è subito abientato, tanto da mettere a segno quattro gol in due gare, rispolverando anche le qualità prolifiche di Negro. Il ritorno di Soria e gli arrivi degli esperti di categoria superiore come il difensore Federico Cappelli, il centrocampista Luigi Di Monte e il mediano Emanuele D’Ambrosio, fa della squadra di De Bellis una vera e propria macchina da guerra che può cogliere qualsiasi traguardo dopo la delusione per l’uscita di scena dalla manifestazione tricolore regionale. Lo stesso tecnico non nasconde la soddisfazione per i nuovi arrivi: “C’è stata una vera e propria rivoluzione, ma credo che tra entrate

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.