28 Maggio 2024

BASKET UNDER 17 FEMMINILE – Il Venezia e il Civitanova Marche partono con il piede giusto per il titolo italiano

2 min read

 

 

 

 

 

 

(foto Maurizio Silla)

 

LA MOLISANA ARENA

Umana Reyer Venezia – Parma Basket Project 61-53 (12-9, 14-5, 25-18, 10-21)

Umana Reyer Venezia: Capuzzo 11, Guerra, Buranella 9, Penna 3, Zuccon 16, Samovich, Purina 12, Ruzzo, Andreanelli 1, Minincieri, Gallo 4, Festinese 5. All. Borsetto

Parma Basket Project:Capelli 10, Giacopazzi 7, Ampollini 4, Musiari 18, Meglioli 2, Turicci 2, Piazza 3, Lo Russo 7, Tagllilavini, Soncini, Frattini, Cavazzuti. All. Scanzani.

Arbitri: Anselmi, Quaranta.

Venezia inizia la sua avventura campobassana con un successo di otto su Parma che è abile a risalire la china da uno svantaggio che era arrivato anche a venti punti di distacco. Le emiliane ci mettono grinta e tanta determinazione e riescono a provare a tornare sotto. In particolare nell’ultimo periodo, intorno a Musiari le ragazze di coach Scanzani costruiscono quella che è la loro opera di risalita che le porta ad arrivare sino al meno otto finale del 61-53. Tra le reyerine gara da doppia cifra per Zuccon (16, top scorer del match), Purina (12) e Capozza (11).

 

* * *

 

 

 

 

 

 

 

 

PALAUNIMOL

Peperoncino Libertas – Abitare Streni Civitanova Marche 52-60 (10-22, 21-12, 13-14, 8-12)

Peperoncino Libertas: Cavicchioli 11, Daidone 3, Albieri 18, Cerè 5, Grandi 2, Secchiarolli 9, Mondini, Rorato, Ramponi, Govoni, Vivarelli 2, Ferrari 2. All. Brocchetto.

Abitare Streni Civitanova Marche:Armillotta 19, Malintoppi 23, Giacchetti 8, Severini 8, Grande 2, Rutili, Lazzarini, Streni, Vigilia 2, Cesareo, Pempinelli, Pecorari. All. Melappioni.

Arbitri: Manganiello, Caracciolo.

 

Come fosse un’altalena. Civitanova Marche vince la prima gara del PalaUnimol per il girone C imponendosi di otto sul Castel d’Argile. Emiliana con pochi spunti offensivi nei primi otto minuti del match (solo tre punti) a fronte della pericolosità del duo Armillotta-Malintoppi tra le civitanovesi. Nel secondo quarto le emiliane si riportano sotto arrivando ad un solo possesso di distacco all’intervallo lungo. Nel terzo quarto Castel d’Argile impatta anche, ma Civitanova Marche non si scoraggia e, anzi, riesce a mantenere la testa avanti. Nell’ultimo quarto Cstel d’Argile riesce anche ad impattare, ma ancora Armilotta (cinque punti in un amen) e la tripla buzzer-beater di Malintoppi chiudono la contesa sul 60-52 per le marchigiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.corrieresport.it Registro stampa n 726/2020 del 30/06/2020 Tribunale di Campobasso. Direttore Responsabile Alfonso Sticca. Sede legale: Via Liguria 31/B, 86100 Campobasso