26 Novembre 2022

BASKET A1 – La Molisana Magnolia alla ricerca della quinta vittoria con la capolista Wuber Schio.

5 min read

Togliani in entrata

Perry al tiro

Campobassane ancora senza Quiñonez (rientro dopo la sosta). Noie muscolari per Parks: si attendono risposte dallo staff medico

Il trainer rossoblù Mimmo Sabatelli sul piano partita: «Evitare loro degli extrapossessi e giocare d’insieme in attacco»

 Un’avversaria che, nella regular season in Italia, non conosce sconfitte da ben diciotto mesi, nonché la leader (con Venezia) della Techfind Serie A1. In altri termini, l’antagonista complessivamente più compatta e tecnicamente completa nel lotto delle formazioni della massima serie cestistica in rosa. Dopo quattro successi consecutivi, La Molisana Magnolia Campobasso affronta – in uno dei due anticipi del sabato in prime time (palla a due alle ore 20.30) – per l’ottavo turno di campionato la corazzata Famila Schio.

SCLEDENSI IN VISTA Rappresentante dell’Italia – assieme alla Virtus Bologna – in Eurolega, peraltro, con buoni risultati (due successi, tutti al PalaRomare, nelle prime tre gare), che pongono le orange al secondo posto in classifica nell’ambito della poule B, l’ensemble scledense – costruito da un molisano, il campobassano Paolo De Angelis – è ripartito dalle confermate Giorgia Sottana (capitano del team), Martina Crippa, Costanza Verona, Jasmine Keys (azzurra figlia dell’ex ala statunitense della Scaligera Verona Randolph) e la belga Kim Mestdagh (compagna non solo di squadra, ma anche nella vita di Giorgia Sottana). A loro ha aggiunto un blocco di tre elementi provenienti dalla Reyer Venezia come la pivot spagnola Astou Ndour, la capitana dell’Italbasket rosa Martina Bestagno ed Elisa Penna, nonché due americane di prima fascia – entrambe con numeri importanti nella Wnba – come la playmaker Marina Mabrey e l’ala Rhyne Howard, rookie dell’anno nell’ultimo torneo a stelle e strisce. Con loro anche delle europee di grande sostanza come l’ala greca Eleanna Christinaki, la lunga slovena Ajsa Sivka ed il centro svedese Amanda Zahui cui si unisce la statunitense, ma di passaporto italiano, Sierra Campisano. Un mix stellare affidato alle cure tecniche del coach greco, commissario tecnico della nazionale slovena tra l’altro, Georgios Dikaioulakos.

«Non solo per definizione, ma anche per tanta sostanza – spiega alla vigilia il coach delle magnolie Mimmo Sabatelli – sono a tutti gli effetti la corazzata dell’A1 femminile, la squadra più forte del lotto. Lo dicono i risultati, lo conferma la storia del club. Per noi è semplicemente un motivo d’orgoglio poter sfidare una squadra così blasonata contro cui andrà disputata la partita perfetta. Senz’altro arriviamo a questo match con diversi successi importanti, che ci hanno dato serenità ed ulteriori consapevolezze».

DUBBI E CERTEZZE Compagne di viaggio, tra l’altro, in una settimana di grande lavoro per le rossoblù che arrivano alla contesa con più di qualche punto di sospensione.

Così come nelle scorse gare, non sarà delle rotazioni l’ala ecuadoriana Blanca Quiñonez. «Lei sta proseguendo in maniera rilevante il suo percorso di recupero e sarà nuovamente disponibile solo dopo la sosta legata alla finestra delle gare di qualificazione per gli Europei», precisa lo stesso trainer Sabatelli.

Nelle ultime ore, peraltro, si è aggiunto un altro elemento alle prese con delle noie fisiche ed in forse per il match: l’ala piccola statunitense Robyn Parks, seconda miglior realizzatrice del campionato. «È alle prese con un fastidio muscolare – aggiunge l’allenatore delle campobassane – e stiamo valutando l’evoluzione della situazione. Per il resto, si è lavorato bene ed abbiamo preparato al meglio la contesa in una settimana molto positiva che ha visto il gruppo preparare in ogni singola sfaccettatura questo confronto».

TIFOSI AL SEGUITO Nelle due precedenti sfide con le venete disputate all’Arena, le rossoblù hanno saputo creare sempre più di qualche grattacapo alle proprie avversarie con sfide decise solo sul finale. Stavolta, i #fioridacciaio contano di poter avere il pieno supporto – nei momenti decisivi – di un pubblico, quale quello rossoblù, sempre più in ascesa.

«I nostri tifosi sono un qualcosa di fantastico e ci auguriamo anche in questa contesa di poter contare sul pienone con numeri magari in ulteriore ascesa e di sentire al nostro fianco il loro incitamento. Inutile nascondersi dietro qualsiasi tipo di perifrasi, abbiamo bisogno del loro calore e dell’affetto. Sono due propulsori non da poco nelle performance che questo gruppo può mettere sul parquet».

SULLA LAVAGNETTA Da un punto di vista tattico, invece, il piano partita, in casa rossoblù, ha delle declinazioni ben precise.

«Senz’altro – chiosa Sabatelli – non dovremo concedere loro rimbalzi offensivi per extrapossessi con la possibilità di prendere secondi o addirittura terzi tiri. In attacco, invece, dovremo puntare a creare loro problemi cercando di giocare d’insieme senza forzature. Sappiamo che sarà un impegno complicatissimo perché loro hanno tutti elementi in grado di creare situazioni di rilievo, ma, per quanto sarà possibile, proveremo a regalare un’altra contesa da sogno ai nostri tifosi».

Vivranno senz’altro quaranta minuti effettivi dal sapore speciale due delle tre registe rossoblù: ovvero il capitano Stefania Trimboli e Valeria Battisodo, entrambe ex di giornata.

STREAMING ED ARBITRI Sarà Lbftv, la piattaforma pay della Lega Basket Femminile, a trasmettere il match in esclusiva diretta streaming. Ad alzare alle ore 20.30 di sabato 12 novembre la palla a due sulla contesa sarà il capitolino Valerio Salustri. Accanto a lui, a completare la terna di fischietti designati, il goriziano Alberto Morassutti e la partenopea Arianna Del Gaudio.

ALTRE COLLABORAZIONI In queste ore, intanto, Magnolia è impegnate anche in un progetto a carattere sociale con la scuola dell’infanzia campobassana Sant’Antonio da Padova dal titolo ‘basketball a scuola’, che sta già vedendo istruttori del team rossoblù fornire fondamenti di pallacanestro ai piccoli allievi del plesso. L’iniziativa, tra l’altro, sarà al centro anche di un momento di ufficializzazione il prossimo 4 dicembre all’Arena in occasione del match interno contro il San Giovanni Valdarno.

CHIAMATA TRANSALPINA Nel frattempo, per la pivot francese delle campobassane Marie-Michelle Milapie, è arrivata una nuova chiamata dalla federazione francese per uno stage previsto a Parigi presso l’Insep (il centro d’eccellenza per la preparazione olimpica del movimento sportivo d’Oltralpe) da venerdì 25 a 27 novembre con il gruppo delle giocatrici della selezione 3×3 in quella che sarà una fase di avvicinamento in vista delle Olimpiadi ospitate nel 2024 dalla ville lumière.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.