26 Novembre 2022

Calcio Eccellenza – I numeri delle tre squadre: Campobasso 1919, Aurora Alto Casertano e il Città di Isernia.

2 min read

In genere i numeri non mentono, anche se per avere i risultati  nel gioco del calcio devono coincidere tanti fattori.

Nel considerare la classifica, il Campobasso 1919, l’Aurora Alto Casertano e il Città di Isernia hanno tutte le carte in regola per aggiudicarsi lo scudetto. La prima osservazione che mi viene da fare, che i due punti di vantaggio della squadra rossoblu sulla seconda e tre sulla terza, potrebbero essere tanti o poco, c’è solo da esaminare da quale prospettiva si guarda. Se osserviamo la graduatoria dal lato delle squadre che finora hanno affrontate dopo sette giornate, le compagini di Pino Di Meo e di Pierluigi De Bellis sono le stesse, incluso lo scontro diretto, dove il risultato maturato fa pendere la bilancia per la squadra rossoblu. Per la squadra campobassana c’è da rilevare la migliore differenza delle reti (33), a seguire l’Alto Casertano (29) e il Città di Isernia (28). La compagine rossoblu è andata in gol con più calciatori: Fruscella (8), Franchi (6) e Lombari (5). Invece, il Città di Isernia può vantare in Panico (14) e Negro (10), in sostanza se si inceppano i due attaccanti la squadra biancoceleste potrebbe andare in crisi, stesso discorso per l’Alto Casertano che ha in Alfageme il vero trascinatore con 11 gol siglati. Il calcio è un gioco di squadra, ma la squadra si eleva quando ci sono le individualità che li fa emergere e, il Campobasso può fare affidamento su tanti calciatori che possono stravolgere la gara in qualsiasi momento, cosa che vedo a fatica nelle concorrenti, che devono fare affidamento in un numero inferiore. Il risultato. Il Campobasso 1919 resta il preferito per la vittoria finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.