3 Dicembre 2022

Spadafora: “Al mondo dello sport 370milioni, faremo di tutto che possa continuare in sicurezza”

2 min read

Il Ministro dello Sport, Spadafora (nella foto), al Question Time alla Camera, in merito al momento di crisi che attraversa il mondo sportivo, ha risposto in questo modo: “Fino a questo momento abbiamo dato al mondo dello sport 370milioni, sono consapevole che ci vuole ancora di più per sostenere tutte le società sportive SSD e ASD, ci stiamo attivando sia per reperire i soldi, ma anche per facilitare tutte quelle società che si sono viste rifiutare l’utilizzo delle palestre per svolgere l’attività, anche su questo versante siamo arrivati a una soluzione insieme al Ministro dell’Istruzione Azzolina, dando mandato ai Dirigenti Scolastici di facilitare l’accesso alle palestre, e abbiamo disposto un fondo di 90milioni per la sanificazione delle palestre. Siamo in perenne attività per fornire assistenza utile per favorire l’attività sportiva dilettantistica e non, ma sempre nel rispetto del Dpcm varato martedì – conclude Spadafora -, lo so che molte società sportive sono in difficoltà per svolgere la propria attività, ma noi faremo di tutto affinché lo sport, con tutti i benefici che comporta, non si fermi di nuovo, anche se questo implica una maggiore consapevolezza e una maggiore responsabilità da parte di tutti nel rispetto delle regole, dentro e fuori gli ambienti sportivi”.

Il decreto governativo è stato chiarito anche dalla LND, le porte saranno aperte:  “Esclusivamente negli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, l’accesso del pubblico sarà consentito al 15% della capienza totale e comunque entro il numero massimo di 1000 spettatori all’aperto e 200 al coperto, se un impianto sportivo ha una capienza di 1000 spettatori possono entrare 150 persone.

“Come LND siamo soddisfatti del risultato ottenuto – ha commentato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia (nella foto) – Avevamo evidenziato, nelle sedi opportune, le conseguenze letali in caso di un nuovo stop del calcio dilettantistico. Senza dimenticare la possibilità, seppur sempre in misura ridotta, di aprire i nostri incontri al pubblico: si tratta di un altro elemento fondamentale per la sopravvivenza delle nostre società”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Direttore Responsabile Alfonso Sticca
Telefono: 3804334618
Testata registrata al Tribunale di Campobasso n.2/2020 R.Periodici n. 726/2020 Cron.